Us Catanzaro 1929, D’Ursi saluta i compagni e va al Bari. Occhi puntati su Francesco Nicastro

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Us Catanzaro 1929, D’Ursi saluta i compagni e va al Bari. Occhi puntati su Francesco Nicastro
Us Catanzaro 1929 al ritiro di Moccone
  24 luglio 2019 20:40

ANTONIO ARGENTIERI PIUMA

Eugenio D’Ursi da oggi non è più un giocatore del Catanzaro. La comunicazione ufficiale sarà diramata dalla società del Napoli di De Laurentis che ha acquistato il cartellino del calciatore partenopeo (ad una cifra importante) e presto raggiungerà i suoi nuovi compagni di squadra del Bari (della medesima proprietà), dove giocherà nel prossimo campionato di serie C. Si chiude così, nell’arco di una sola stagione, la storia d’amore tra Eugenio D’Ursi e il Catanzaro calcio che ha avuto il grande merito di valorizzare un giovane calciatore di talento rilevato a parametro zero dal Bisceglie che in breve tempo si è messo in mostra a suon di prestazioni e gol (ben 14 in campionato e 2 in coppa italia). Un’operazione di mercato dolorosa per la piazza ma evidentemente molto vantaggiosa per il patron del Catanzaro calcio che ha assecondato la volontà del giocatore, così come ha ricordato lo stesso Auteri in conferenza stampa, ma ha contestualmente realizzato una plusvalenza che verosimilmente sarà investita nel mercato proprio per rinforzare la squadra. Scelta dunque difficile (un po’ frettolosa?) ma in linea con una precisa filosofia aziendale adottata dal più ricco imprenditore locale molto oculato che non fa spese pazze nel calcio e cammina con i piedi piantati per terra. Chissà se il tempo gli darà ragione. Il campo è sovrano. Il Ventiquattrenne Eugenio D’Ursi lascia così Moccone e presto sarà agli ordini del nuovo Mr del Bari, diretta concorrente dei giallorossi, che potrà vantare tra i tanti attaccanti anche l’ex numero 7 del Catanzaro.

Banner

Intanto, il nostro Ds ha gli occhi puntati su Francesco Nicastro, attaccante della Ternana, che nella passata stagione ha segnato 3 gol in 20 presenze di campionato. Le due stagioni precedenti, rispettivamente a Foggia e Perugia, la (quasi) prima punta di Campofranco (in provincia di Caltanissetta), ha segnato in tutto 12 gol. In Puglia ha totalizzato 4 gol in 27 presenze e in Umbria 8 reti in 30 partite. Nel 2015/2016 a Castellamare in C ha realizzato 10 marcature in 29 presenze. Non un grande goleador ma, a quanto pare, tanta qualità in campo. Al momento sembra essere questo il calciatore che andrà a sostituire proprio l'ex numero 7 del Catanzaro che ha fatto tanto sognare i tifosi giallorossi. In sospeso per il momento le piste che portano ad Umberto Eusepi e Daniele Paponi che avevano tenuto banco negli ultimi giorni. Pasquale Lo Giudice ha deciso di virare proprio su una seconda punta mobile che in qualche modo farebbe al caso di Mr Auteri con il suo gioco rapido e imprevedibile. Stando ad alcune indiscrezioni il giocatore sarebbe disponibile ad abbracciare il progetto del patron Noto che punta ad avere un organico fatto di giocatori bravi ma non di grandi nomi come ha spesso sottolineato. Tuttavia, se così fosse, ci si chiede se il mercato in entrata nel reparto attaccanti sia momentaneamente chiuso o se il direttore sportivo stia sondando il mercato alla ricerca ancora di una prima punta pura di livello che possa rivestire il ruolo di centravanti e sostituire soprattutto D’Ursi. Tutto fa pensare di sì ed è ovvio che la partenza di D’Ursi a questo punto ha sbloccato il mercato in entrata. Va detto tuttavia che Nicastro è un giocatore di elevato livello per la categoria ma non risolve i problemi del Catanzaro al centro dell’area a cui manca proprio un bomber che garantisca sulla carta qualità, quantità, esperienza e soprattutto gol. Ancora più urgente è la questione portiere, che non riesce ancora a trovare una soluzione convincente e percorribile in tempi brevi. Il tempo stringe e si guarda già al primo impegno di coppa Italia Tim cup in programma al Ceravolo il 4 agosto contro la Casertana.

Banner

MOCCONE Undicesimo giorno di ritiro per la truppa giallorossa. Solito programma giornaliero fatto di forza e lavoro tecnico-tattico al mattino, mentre nel pomeriggio lavoro tecnico-tattico, lavoro metabolico a secco e partitella.

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner