Us Catanzaro 1929. Fatta per Martinelli, occhi puntati sul bomber

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Us Catanzaro 1929. Fatta per Martinelli, occhi puntati sul bomber
Primi allenamenti nel ritiro di Moccone dell'U.S. Catanzaro
  16 luglio 2019 20:11

ANTONIO ARGENTIERI PIUMA

Luca Martinelli, dopo lo svincolo d'autorità con il Foggia, è di fatto un nuovo calciatore del Catanzaro. In attesa dell'annuncio ufficiale , nelle scorse ore il difensore ha firmato il contratto con cui si legherà ai calabresi ed è già in città per prendere contatto con la nuova realtà. A breve quindi raggiungerà i nuovi compagni in Sila al terzo giorno di ritiro che prosegue nel suo programma di lavoro tracciato dallo staff tecnico e atletico. Temperature in forte calo sotto le medie stagionali e pioggia abbondante un po dovunque ma non a Moccone dove la temperatura è bassa ma è solo piovigginato. Bocche cucite sul fronte degli arrivi. Si attendevano le ufficializzazioni dunque di Luca Martinelli e Lorenzo Di Livio, (e successivamente quella di Gatti), proprio ieri mattina in sede per definire evidentemente gli accordi contrattuali con la società. Così come non sembra ancora maturo l’annuncio di un buon portiere che per ora risponde al nome di Perucchini e di un buon secondo. Per quanto riguarda Paponi, punta centrale trattata dal Ds Lo Giudice, ancora nulla. Ma qualcosa fa pensare che il giocatore voglia giocarsi una chance in seri B proprio con le vespe. Altro nome molto gradito alla piazza è quello di Gigi Castaldo, bomber di razza di categoria superiore, già corteggiato dal Catanzaro ma che a quanto pare fa fatica a spostarsi dalla Campania. Chissà che possa ritornare tra le priorità del Ds Lo Giudice tanto da convincerlo a indossare la maglia giallorossa dopo che lo stesso giocatore alla fine della della partita con la Casertana (finita 3-2 per le aquile con doppietta proprio di Castaldo) disse al Mr Auteri alla che se avessero preso lui avrebbero stravinto il campionato! Sarebbe un bel colpo, ma siamo davvero nel campo dei desideri. Ad oggi, i nuovi giocatori del Catanzaro sono i centrocampisti Urso e Risolo e gli attaccanti Magni e Calì e il giovane Novello, oltre al classe 2000 francese in prova, Brian Bayeye. Sul fronte cessioni, nessuna novità di D’Ursi che per ora prosegue la sua preparazione con i suoi compagni di squadra in Sila e non è detto che possa restare un altro anno a Catanzaro magari provando a migliorare quanto già fatto l’anno passato e consacrarsi davvero un attaccante di livello. Ma questa ipotesi sembra essere remota visti i corteggiamenti da parte di società anche importanti interessate al calciatore e disposte a sborsare un bel po’ di soldini pur di averlo. Primo tra tutti il Napoli d De Laurentis che lo girerebbe al Bari in serie C per rinforzare ancora di più una rosa molto competitiva per la categoria. Se questo passaggio dovesse realmente avvenire il Catanzaro avrà di fatto ceduto lo scettro della favorita del girone C proprio ad una sua diretta concorrente. Altra ipotesi (più gradita ai tifosi) potrebbe essere data dalla cessione del gioiellino ad un’altra società di rilievo, magari proprio all’Atalanta con cui il sodalizio di via Gioacchino da Fiore ha già avviato buon rapporti di collaborazione, a patto di non farlo giocare nel medesimo girone dei giallorossi o magari lasciarlo proprio un altro anno a Catanzaro. Ma qui siamo nel regno delle ipotesi più remote. Tutto dipende dalle offerte che arrivano sul tavolo dell’Us Catanzaro (ha sottolineato di recente lo stesso patron) e dalla disponibilità di vendere e trattare. D’altra parte, il mercato è lungo e pieno di sorprese e tutto può accadere ma di certo la compagine di Auteri sarà rinforzata con nomi di rilievo nel reparto offensivo solo a patto che si faccia cassa grazie alla vendita di Eugenio D’Ursi. Diversamente, la tifoseria dovrà sostenere questa compagine quasi interamente confermata e attualmente ritoccata ma senza il top player di cui spesso le squadre di queste categorie hanno bisogno per fare la differenza o determinati uomini indispensabili per rinforzare il collettivo.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner