Us Catanzaro 1929, Marco Bleve: "A questo punto finirei qui e ripartirei l'anno prossimo. Ma non sarà così: troppi interessi nel calcio"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Us Catanzaro 1929, Marco Bleve: "A questo punto finirei qui e ripartirei l'anno prossimo. Ma non sarà così: troppi interessi nel calcio"
Marco Bleve, portiere del Catanzaro
  01 aprile 2020 15:02

di ANTONIO ARGENTIERI PIUMA

“Io lascerei tutto così com’è e ricomincerei l’anno prossimo, ma gli interessi prevalgono su ogni altra cosa”. Sono le parole del portiere del Catanzaro, Marco Bleve, durante la videoconferenza stampa di questa mattina, facendo intendere che sarebbe giusto annullare tutto.

Banner

Poi, però dice: “Ad ogni modo sarei disposto a ripartire anche d’estate. Giocare a calcio è la cosa più bella. Lo farei sempre”. 

Banner

Come va la quarantena? 

Banner

“Stiamo a casa e per fortuna ho un tappetino e una panca e faccio quello che posso. Sento il mister, il prof e il preparatore dei portieri. Ci tengono impegnati per non perdere la condizione e il tono muscolare e anche se il tempo passa si fa quel che si può”. 

Dopo un mese di stop come credi si posa riprendere dal punto di vista agonistico e mentale?

“Conteranno tantissimo le motivazioni e dipende da cosa accadrà. Secondo me la condizione fisica fa una grossa parte ma le motivazioni daranno tanto per lo sprint finale. Speriamo di ottenere quello che ci eravamo prefissati. Vedremo cosa decideranno. Si dicono tante cose sul campionato”.

Uno stop che per te forse pesa un pò di più

“Non ho trovato grandi difficoltà ad inserirmi. Avevo giocato l’anno scorso alla quintultima giornata ma ho trovato ex compagni e amicizie anche al di fuori dal campo. Mi sono inserito subito e nessuno mi ha fatto pesare nulla. Il fermo influirà ma non credo che cambieranno le prestazioni”

 È giusto ricominciare?

“Arrivati a questo punto, non più. Influiscono tante cose fisiche e mentali, ma nel mondo del calcio ci sono troppi interessi e qualcosa succederà. Io lascerei tutto così e ricomincerei l’anno prossimo, ma gli interessi prevalgono su ogni altra cosa. 

Saresti disposto a rinunciare alle vacanze estive per giocare?

“Si certo, è la cosa più bella giocare a calcio. Giocherei sempre”. 

Cosa pensi della riduzione degli emolumenti? in serie A qualcuno rinuncia 

“Ci confrontiamo con l’Aic sul da farsi e saremo disposti a venire incontro alle società. Vediamo cosa succede. Be, la Juve si è tagliata gli stipendi fino a fine anno ma il taglio sarà recuperato l’anno prossimo. Il problema è per quei giocatori in scadenza e per chi in serie C guadagna anche 1300 euro al mese. Vediamo cosa succede”. 

Ultimo periodo non fortunatissimo ma poi discreta reazione con il Bari

“Buon pareggio e prestazione che non c’era stata nelle tre partite precedenti. Siamo partiti troppo forti col nuovo allenatore e abbiamo ottenuto tre risultati pieni. Forse ci siamo rilassati dopo. Poi, abbiamo incontrato squadre come il Potenza che stavano in un momento ottimo ed è venuta la sconfitta”

Sei in scadenza a Catanzaro, vero?

“Sì certo. Tornerò sicuramente a Lecce, ma ora sto pensando solo a finire la stagione con questa maglia. Vediamo per l’anno prossimo. Ora è tutto un dubbio”.

Se si dovesse finire ora per lei si chiuderebbe anche l’avventura in giallorosso?

“La mia esperienza fino ad ora è stata positiva anche se si è giocato poco, però ho trovato una grande piazza che mi ha accolto benissimo. Vediamo se il prossimo anno ne possiamo riparlare. Per ora, sto a casa e mi alleno. Ma non è come farlo in campo. Del resto divoro Serie tv su Netflix e tanta Playstation”.

Di Gennaro recupera e il tempo dalla sua parte

“A me fa piacere e non voglio il male di nessuno. La concorrenza fa piacere”
Ai tifosi dico di rimanere a casa e stringere i denti e non mollare. Ci vediamo allo stadio”.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner