Us Catanzaro 1929, mister Vivarini: "Oggi molto bene ma possiamo crescere ancora tanto"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Us Catanzaro 1929, mister Vivarini: "Oggi molto bene ma possiamo crescere ancora tanto"
Mister Vivarini dopo la vittoria col Picerno
  02 febbraio 2022 18:33

di ANTONIO ARGENTIERI PIUMA

Oggi l’abbiamo dominata ma è pur vero che il Picerno ha messo in difficoltà la Turris e altre squadre giocando a calcio. Ho fatto i complimenti a Colucci. Abbiamo fatto una prestazione di grande attenzione e applicazione. Si sono compattati dopo il Palermo e stanno togliendo le qualità”.

Banner

Sono le parole del tecnico del Catanzaro Vincenzo Vivarini dopo la vittoria col Picerno al Ceravolo.

Banner

“Il percorso è ancora molto lungo – afferma - e il consolidamento di certe cose è complesso. Ci vuole grande lavoro e applicazione per diventare una squadra solida e importante come la prestazione che abbiamo fatto oggi”.

Banner

Poi dice: “Biasci è un giocatore che abbiano acquistato per le caratteristiche che ha e sta facendo bene. La squadra ora è al completo e va elogiata. Ma faccio sempre autocritica e nel secondo tempo per la troppa voglia di voler fare abbiamo perso un po’ di ordine in mezzo al campo, un po’ di dominio. Bisogna riuscire avere prestazioni importanti da tutta la rosa. Oggi in panchina avevo giocatori veri e abbiamo fatto 5 cambi, ma bisogna raccordare un po’ tutti”.

Secondo il tecnico “la squadra ha un’intensità diversa e una capacità di lavorare nel breve ed essere più aggressiva. Se andiamo a vedere i valori atletici col gps, con il Catania rispetto al Palermo c’è stato un evidente miglioramento con un dispendio di energie inferiore perché si è corso meglio. Con il cervello in campo oggi abbiamo faticato meno che a Catania. La squadra è cambiata, ora abbiamo gamba e forza”.

Maldonado ha preso un colpo proprio al Massimino, “pensavo si potesse recuperare ma prima della partita abbiamo verificato che ha dei problemi, ma nulla di preoccupante”.

E ancora: “Sono contento dello spirito della squadra e della compattezza del gruppo in queste due partite. Si è ritrovata sotto l’aspetto caratteriale e tutti si devono mettere a diposizione per il bene del Catanzaro. La risposta più bella è questa. Sotto l’aspetto della costruzione abbiamo ancora dei problemi, ma nella gran parte del match abbiamo fatto quello che dovevamo fare. In altri momenti abbiamo sviluppato giocate poco efficaci”.

Per quanto riguarda Sounas “ha fatto una buona partita, va servito un po’ di più, ma giochiamo sempre da un lato e lui fa gol. Stessa cosa ho detto a Biasci. Anche lì possiamo migliorare sotto l’aspetto dello sviluppo del gioco”.

E osserva: “sto battendo forte sulla fase di costruzione. Una squadra che ha qualità tecniche deve avere idee per arrivare facilmente in porta. Con Biasci abbiamo lavorato tanto in allenamento con le immagini. Il gol di Sounas è stato un lavoro preparato con una squadra che gioca di reparto e dovevamo aggirarla. Abbiamo provato fino a quando non ci siamo riusciti”.

Il tecnico di Ari spiega che “la rosa è di alto livello, ci vuole tempo e pazienza, Anche Bayeye e Bjarkason stanno migliorando. Così come Iemmello bisogna aspettarlo. Cinelli ha valori importanti, ma bisogna metterlo nelle condizioni ottimali per poter sviluppare le sue potenzialità. Ha dato qualità in campo che serviva e può far molto di più. Gli ho chiesto di cambiare fronte da una parte all’altra”.

E poi commenta col sorriso sulle labbra: “A Catanzaro si vuole tutto e subito così come la continuità di risultati, ma non la ottieni perché dici di volerlo fare. Chi è che non lo vorrebbe?! Abbiamo dovuto sradicare una certa mentalità ma ci vuole un grande lavoro per vincere le partite e risalire la classifica”.

E conclude: “Oggi abbiamo fatto cambi in funzione anche della prossima gara che sarà importantissima: sarà la partita! Il prossimo match potrà dire lo spessore di questa squadra. Va preparata in serenità ma oggi bisogna staccare. Sarò curioso di vedere a che punto siamo arrivati: ora viene il bello”. 

Iemmello doveva “fare minutaggio e pian piano dobbiamo inserirlo. In settimana tanto lavoro atletico e deve crescere sui valori fisici ma sotto l’aspetto tattico dobbiamo insegnargli poco. Ora ce l’abbiamo!”.

LA CRONACA DEL MATCH: https://www.lanuovacalabria.it/catanzaro-vs-picerno-0-0-aggiornamenti

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner