Us Catanzaro 1929, Nicastro ora è ufficiale. Contratto Mittica, saluta Pambianchi

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Us Catanzaro 1929, Nicastro ora è ufficiale. 
Contratto Mittica, saluta Pambianchi
Francesco Nicastro con la maglia del Perugia
  27 luglio 2019 21:36

ANTONIO ARGENTIERI PIUMA

Senza dubbio un bell'acquisto quello dell’attaccante classe 1991 Francesco Nicastro. Il calciatore arriva dalla Ternana e si lega ai giallorossi per tre anni. Dopo essersi messo in luce in serie C con la Juve Stabia, dove ha disputato le stagioni 2014/15 e 2015/16 realizzando complessivamente 16 gol, è approdato a Perugia, in serie B: qui ha collezionato 30 presenze siglando 8 gol. La stagione successiva, sempre tra i cadetti, ha vestito la maglia del Foggia (27 gare e 4 reti). Sarà a disposizione del tecnico Auteri alla ripresa degli allenamenti previsti martedì prossimo a Catanzaro. Di lui avevamo già scritto qualche giorno fa e il suo arrivo sostituisce proprio quello di D’Ursi, venduto al Napoli.
Contrattualizzato per un anno anche il portiere Rocco Mittica. Mentre, Francesco Pambianchi non è più un giocatore del Catanzaro. Il difensore, che ha trascorso un anno in giallorosso, si è accasato alla Virtus Francavilla.
Intanto, proprio in mattinata si è svolta l’ultima seduta d’allenamento presso il campo sportivo di Moccone, adiacente all’hotel la Fattoria, dove per 14 giorni la truppa di Auteri si è ritrovata per il ritiro precampionato condotto dallo lo Staff tecnico al completo composto dall’allenatore Gaetano Auteri e dall’allenatore in seconda Lorenzo Cassia, l’allenatore dei portieri, Luca Aprile, il primo preparatore atletico Giuseppe Talotta, coadiuvato dall’esperto Gino Mondilla, richiamato proprio quest’anno, e il team manager, Lino Gallo. La società ha concesso tre giorni di riposo per tutti (tranne alcuni che continuano la preparazione a Catanzaro) prima del nuovo appuntamento in programma martedì prossimo, al Mirko Gullì di Giovino, per la seduta ordinaria d’allenamento, in vista del primo impegno di coppa Italia Tim Cup di domenica prossima al Ceravolo contro la Casertana.

Banner

Salgono dunque a sette gli acquisti messi a segno dal Catanzaro dall’apertura del mercato estivo. Al centrocampista Urso (primo acquisto) e gli attaccanti Magni e Cali’ si aggiungono l’esperto difensore Martinelli e il trequartista Di Livio, il centrocampista Risolo e ora anche l’esterno offensivo Francesco Nicastro. Vanno riempite al più presto le caselle dei due portieri, quella di un altro difensore centrale che sostituisca Pambianchi e soprattutto quella di un attaccante di peso che sappia davvero fare la differenza in avanti. Tre profili decisi per la stagione futura, soprattutto quello del portiere e dell’attaccante che possono rappresentare l’arma in più del Catanzaro bis Auteri-Lo Giudice. Il Ds lo a bene e opera con la massima cautela per non sbagliare. Tra tanti nomi circolati e le trattative in corso non è venuto fuori nulla di concreto. Evidentemente i tempi non sono maturi. Ma il tempo stringe per la prima di coppa.

Banner

Ricordiamo che per la porta si era partiti da Perucchini (trattativa non andata a buon fine), per arrivare a Matteo Pisseri (ex Catania), passando per Fulignati (ad un passo dalla firma ma poi anche lui tramontato). Altri candidati sarebbero Gabriele Marchegiani, svincolato dopo il Gubbio, e Raffaele Di Gennaro, di proprietà dell'Inter. Ma ci sarebbe anche Alberto Pelagotti, svincolatosi dall'Arezzo. Per quanto concerne la linea difensiva i nomi che sono venuti fuori sono quelli di Gatti, Ligi, Pergreffi e ora quello del difensore Giuseppe Loiacono, 27 anni, svincolato dal Foggia che ritroverebbe i due ex compagni del Foggia ed anche compagni di reparto, Martinelli e Figliomeni. Sul reparto offensivo i soliti di nomi. Il primo, quello di Umberto Eusepi la cui trattativa non sembra essere del tutto finita ma problemi di ingaggio frenano la società. Poi, quello di Daniele Paponi, attaccante della Juve Stabia che non intende scendere di categoria e rifiuta offerte di squadre importanti tanto da fare infuriare lo stesso presidente delle vespe che sbotta sul quotidiano Metropolis: “Dopo Catanzaro Daniele Paponi ha rifiutato anche il Piacenza e per me deve considerarsi fuori rosa. Il direttore sportivo Polito sta facendo di tutto per trovargli una sistemazione adeguata e con un contratto vantaggioso anche dal punto di vista economico ma Paponi - ribadisce Manniello - continua a rifiutare proposte perché vuole giocare in serie B e in questo modo finisce con il bloccare il mercato della Juve Stabia”. Altri nomi sono sulla lista del Ds Lo Giudice ma bocche cucite in società per evitare intralci nel corso delle trattative.

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner