Us Catanzaro 1929, presentato Gabriele Rolando: "Felice di essere qui, mai avuto nulla contro la città e i suoi tifosi"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Us Catanzaro 1929, presentato Gabriele Rolando: "Felice di essere qui, mai avuto nulla contro la città e i suoi tifosi"
Gabriele Rolando tra il ds Pelliccioni e il dg Foresti
  28 luglio 2021 19:31

di ANTONIO ARGENTIERI PIUMA

“Ci tengo a dire che durante tutta la trattativa non ho mai avuto nulla contro il Catanzaro e i suoi tifosi, anzi ho sempre avuto feedback positivi anche da me stesso. E’ una piazza che si presenta da sola, il pubblico è caloroso e sono molto contento di essere qua”.

Banner

Sono le parole di Gabriele Rolando, durante la sua presentazione alla stampa svolta oggi pomeriggio presso la sede di via Gioacchino da Fiore. 

Banner

L’ex amaranto chiarisce: “Ho avuto problemi personali con la Reggina. In quel momento è stato un no voluto ma poi dopo nemmeno un giorno ho chiamato il direttore per dire che è stata una decisione affrettata e volevo venire a Catanzaro per fare bene sul campo e conoscere i miei nuovi compagni”.

Banner

Prima di lui il direttore generale Diego Foresti ha voluto ripercorrere la vicenda che ha caratterizzato la trattativa del calciatore: “Sono uscito con quell’intervento quando s’interruppe il passaggio di Rolando al Catanzaro. Non era un problema economico e confermo quanto detto. Sono andato pesantemente sul giocatore perché dopo 25 giorni il ragazzo aveva preso una decisone molto brusca e inattesa da parte nostra. E’ chiaro che ha avuto un effetto positivo e si è abbassato anche lo stipendio. Io penso che un ragazzo di 26 anni può sbagliare, prendere una decisone affrettata ma era giusto che io dicessi quello che pensavo".

E ancora: "La prima telefonata del suo procuratore che ringrazio per la disponibilità è arrivata 20 ore dopo il no del calciatore. Se fosse avvenuta dopo 20 giorni Rolando non sarebbe più qui. Lui non ha rifiutato Catanzaro ma ha rifiutato di andar via da Reggio Calabria. Ma poi ha chiesto scusa a tutti, in primis al mister. Il ragazzo sa che è una piazza stimolante ma difficile e qui bisogna sudare la maglia. Il calciatore secondo noi non ha eguali nel suo ruolo nella categoria. Siamo contenti di aver chiuso questo affare e ci darà una grossa mano”.

Sul calciomercato il ds Alfio Pelliccioni ha affermato: “Stiamo cercando un play, non c’è solo un nome, e si stanno valutandole alternative. Manca un altro giocatore sulla fascia destra, un attaccante, e poi magari qualche altro. Scognamillo deve risolvere i problemi con la sua società. Per lui il contratto è pronto ma anche per lui c’è un tempo. Se chiude nel fine settimana bene se no cambieremo obiettivo. Certo, bisogna fare anche le uscite. Parlati è andato via ieri ma c’è altro da fare”.  

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner