Verde pubblico, Bosco: “Il mio sopralluogo dimostra incuria e abbandono”

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Verde pubblico, Bosco: “Il mio sopralluogo dimostra incuria e abbandono”
Gianmichele Bosco
  31 luglio 2019 16:37

“Preferisco il controllo popolare e la visita sul posto radicale al drone utilizzato dall’assessore Cavallaro per verificare le condizioni del verde pubblico della città che reputo, dopo aver visto con i miei occhi, davvero in condizioni pessime”.

Risponde così il consigliere comunale Gianmichele Bosco al video diramato qualche giorno fa dell’assessore al ramo Cavallaro, dopo aver fatto un attento sopralluogo nel corso del qualche ha prodotto un filmato proprio per dimostrare in che stato versa il verde pubblico del capoluogo di regione. “Ho fatto un giro della città molto attento e capillare e posso quindi affermare che in tutti i quartieri che ho visitato: Piterà, Samà, Mater Domini, Viale dei Bizantini Aranceto, viale Isonzo, Corvo, Casciolino, Bellino polifunzionale di Giovino, la funicolare, il verde pubblico versa in condizioni drammatiche. La città è nel baratro. L’abbandono e l’incuria fanno da padrone”. Un video denuncia, dunque, in risposta a quello diramato dall’assessore Cavallaro che mirava ad evidenziare il buon lavoro fatto dall’assessorato nella cura proprio del verde “ma che in effetti dimostra – fa notare il consigliere -  come la pulizia non è stata fatta in tante zone, e se fatta, in modo superficiale e parziale. Per questa ragione chiedo le immediate dimissioni di Abramo e Cavallaro per l’inefficienza nella gestione del servizio. Dopo 2 anni trascorsi dalla quarta consiliatura e oltre 1 anno dalla nomina dell’assessore Cavallaro, la situazione del verde pubblica è rimasta la stessa e non c’è stato un intervento radicale e positivo che abbia migliorato la situazione”.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner