Vibo. 'Ndrangheta e spaccio internazionale di droga, operazione "Ossessione": 8 condanne e 5 assoluzioni (I NOMI)

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Vibo. 'Ndrangheta e spaccio internazionale di droga, operazione "Ossessione": 8 condanne e 5 assoluzioni (I NOMI)
La procura di Vibo Valentia
  14 ottobre 2021 19:51

Con 8 condanne e 5 assoluzioni si è concluso il processo in primo grado denominato "Ossessione". E' questa la sentenza del Tribunale collegiale di Vibo Valentia (presidente Gianfranco Grillone, giudici a latere Chiara Sapia e Giorgia Ricotti) per l'operazione guidata dalla Dda di Catanzaro. 

Le accuse sottoposte al Tribunale di Vibo Valentia sono di associazione a delinquere finalizzata al narcotraffico e detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti i reati contestati.


Secondo l’impalcatura accusatoria, ad occuparsi dello scarico dello stupefacente in Italia sarebbero stati i Costantino (Salvatore, Giuseppe e Fabio) di Nicotera, facendola uscire dai porti e dagli aereoporti. In tale contesto, le indagini hanno fatto registrare come i vibonesi siano in affari anche con esponenti legati al clan dei Mazzaferro di Marina di Gioiosa Ionica, da anni trapiantati nel milanese e nel comasco, in grado di smistare importanti quantità di narcotico in Lombardia. 

Le condanne:

Costantino Fabio: 30 anni

Costantino Salvatore Antonino: 30 anni 

Kotja Elisabeta: 2 anni di reclusione;

Narciso Antonio: 4 anni e 6 mesi

Papandrea Gennaro; 3 anni; 

Safine Abderrahim: 15 anni di reclusione; 

Mendolicchio Luigi: 3 anni; 

Papandrea Salvatore: 6 anni e 8 mesi; 



Assolti:

Costantino Giuseppe 

Banner

Mancuso Francesco 

Muscia Gaetano

Scaglione Francesco

Stilo Giovanni


Nel collegio di difesa gli avvocati: Giovanni Vecchio (per Gaetano Muscia, Giovanni Stilo ed Elisabetta Kotja), Guido Contestabile (per Francesco Mancuso e Giuseppe Costantino), Giuseppe Spinelli (per Francesco Mancuso e Giuseppe Costantino), Francesco Lione (per Antonio Narciso), Diego Brancia (per Salvatore Costantino), Valeria Iaria (per Salvatore Costantino),  Francesco Sabatino (per Giuseppe Costantino e Gennaro Papaianni), Mirko Mazzali (per Gennaro Papaianni), Francesco Muscia (per Gaetano Muscia).

Banner

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner