Vibo Valentia, detiene abusivamente 10 ordigni micidiali, munizioni e altri artifizi pirotecnici vietati: arrestato

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Vibo Valentia, detiene abusivamente 10 ordigni micidiali, munizioni e altri artifizi pirotecnici vietati: arrestato
Foto di archivio della Polizia
  30 dicembre 2022 13:11

Procedono senza sosta i servizi di contrasto alla criminalità sul territorio, in città e in provincia, soprattutto in vista delle festività natalizie e per capodanno, tesi al contrasto al commercio illegale di artifizi pirotecnici.

I Poliziotti della Squadra Mobile di Vibo Valentia, unitamente a personale della Squadra di Polizia Giudiziaria del Posto Fisso di Polizia di Tropea, della Squadra di Pg del Commissariato di Serra San Bruno e all’Unità Anti esplosivo e Artificieri della Polizia di Stato, nell’ambito di una perquisizione a Tropea, hanno rinvenuto diversi artifizi pirotecnici nascosti in una stanza dell’abitazione di un uomo, privo di qualsivoglia licenza.

Banner

Nel vano scala, venivano rinvenute inoltre, 149 cartucce inesplose calibro 9x21.

Banner

A tali prodotti esplosivi, avente un peso lordo complessivo di 1,700 kg, ai fini dello stoccaggio, trasporto e maneggio, è assegnata la Classe di rischio ADR 1, che indica il massimo grado di pericolosità, costituendo un serio pericolo per l’incolumità personale nonché per la sicurezza pubblica, essendo quanto sottoposto a sequestro connotato dall’elemento della micidialità.

Banner

Trattasi del quarto sequestro effettuato dalla Polizia di Stato vibonese nell’ambito degli artifizi pirotecnici, inserendosi così in un filone di attività tese al contrasto alla circolazione di tali esplodenti illegali in concomitanza con l’avvicinarsi delle festività. Complessivamente sono stati sequestrati nelle ultime settimane oltre 400 chili di materiale abusivamente detenuto.

All’esito degli accertamenti, l’uomo veniva tratto in arresto per reati specifici in materia di armi e esplosivi e, su disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Vibo Valentia, veniva sottoposto alla misura degli arresti domiciliari.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner