VII Congresso Uilca, Sità riconfermato Segretario Generale per la Calabria

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images VII Congresso Uilca, Sità riconfermato Segretario Generale per la Calabria

  13 luglio 2022 17:01

Ieri, martedì 12 luglio, presso il T HOTEL DI Lamezia Terme si è tenuto il VII congresso UILCA CALABRIA. Dopo la registrazione dei numerosi Delegati, vi è stata l’apertura dei lavori che ha visto l’elezione di Giovanna Ricci (della Segreteria Nazionale) quale Presidente del Congresso.

La relazione introduttiva è stata affidata ad Andrea Sità, Segretario Generale UILCA Calabria, riconfermato nella carica con il consenso unanime dei partecipanti che ha centrato il proprio focus sui temi presenti sul terzo numero dei “Quaderni di analisi”, dal titolo “Finanza responsabile e sviluppo sostenibile”. Numerosi gli argomenti affrontati, sia pure con la sintesi richiesta durante i lavori congressuali. Sità, oltre ad evidenziare i numerosi problemi che attanagliano la regione Calabria, affrontati in particolare dal punto di vista del mondo del credito, ha avanzato anche alcune valide proposte, tra le quali quella della costituzione di una Finanza.

Banner

Banner

Responsabile ad impatto sociale. L’idea è quella di creare un nuovo modello di banca, sulla scia di quanto già avvenuto in Inghilterra dove è stata sviluppata la Social Finance Ltd, uno speciale intermediario finanziario che raccoglie fondi per finanziare progetti governativi attraverso obbligazioni, ed i cui profitti sono vincolati al raggiungimento di miglioramenti sociali.

Banner

È stata poi la volta di Santo Biondo, Segretario UIL Calabria che ha affrontato i problemi della Calabria nei molteplici comparti che la compongono e quello di Giovanna Ricci, della Segreteria Nazionale comparto esattoriale.
Come da programma, dopo l’elezione degli Organi Statutari, c’è stato l’intervento conclusivo del Segretario Generale UILCA, Fulvio Furlan.

Furlan ha evidenziato la sua idea di sindacato: un soggetto capace di produrre idee di cambiamento, che non sia solo un soggetto di negoziazione ma un protagonista in grado di partecipare alla vita del Paese gestendo le proposte e promuovendole. Un sindacato, secondo il Segretario Generale, che sia parte integrante dei processi decisionali e in grado di diversificare proposte e soluzioni in ragione dei soggetti interessati e dei problemi affrontati.

Nel suo intervento ha anche affrontato il problema della desertificazione dei territori, conseguente alla scelta degli istituti di credito di chiudere sportelli bancari (in Calabria diminuiti di oltre 1/3, nell’ultimo decennio). L’abbandono dei territori da parte delle banche, denuncia Furlan, non solo crea inevitabili disagi ai cittadini (in particolare alle fasce più deboli), ma crea difficoltà di accesso al credito ed espone anche al gravissimo rischio di ricorso a canali illegali.
In questa direzione, lo slogan della campagna che partirà a breve: “Chiusura Sportelli? NO! Grazie”.

Il Segretario ha poi dato la propria visione della UILCA, laica e riformista, consapevole di fare, quando necessario, scelte impopolari ma di lungo respiro.
Furlan ha concluso il proprio intervento auspicando che il sindacato si trasformi da soggetto a tutela dei cittadini a soggetto sociale inclusivo, in grado di proteggere i diritti anche di chi non è cittadino italiano, ma che sul nostro territorio, vive, studia, lavora. Sottolineando l’importanza del valore etico che deve appartenere ad ogni organizzazione sociale ha ricordato come il sindacato deve essere portatore di democrazia rappresentativa nel Paese.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner