Vincenzo Speziali: "Nuovi 'Senzani' cercasi: la (presunta) politica dei professori 'piddini' e nostrani"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Vincenzo Speziali: "Nuovi 'Senzani' cercasi: la (presunta) politica dei professori 'piddini' e nostrani"

  10 marzo 2022 17:39

di VINCENZO SPEZIALI

Premessa: una prece di indulgenza a fronte del mio umorismo, il quale auspico che venga accettato come diritto di satira -alfine di sdrammatizzare la triste ed imponderabile realtà nella quale è piombata Catanzaro- perciò derubricato (sempre l'umorismo del sottoscritto) da qualsivoglia reato!
Orsù a noi, dunque, pur nella bruna nella quale non si schiarisce l'indefinito percorso, di cui però può -facilmente- conoscersi la 'destinatio' finale, ovvero il precipizio di Bellavista, piuttosto che la 'bancarotta fraudolenta' (per inciso reato penale, bensì altrettanto grave in politica).

Banner

Siamo alla riscossa 'professorile', cioè l'assalto alle pubbliche cronache, da parte di alcuni cattedratici -patti chiari, persone amabilissime e cristalline, come l'acqua delle fonti in capo al Monviso, anzi del Monte Covello- epperò distoniche -a mio modesto e non richiesto avviso- nel tentare sintesi insintetizzabili , ovvero sineddoche di un'alleanza 'paravento', intesa nella parafrasi di una parte del corpo umano, notoriamente allocata al di sotto della colonna vertebrale. Avrete capito, no? Già i Prof, quelli di area piddina, che tentano -ad academiam- di emulare il mio vecchio amico Enrico Letta -il quale, lui si è credibile, in politica come in cattedra- nel mentre si affannano nell'intento di costruire il cosiddetto 'campo largo'.  Vai, poi, a capire cosa significhi tutto ciò: Camposcuola? Campo equestre? Campo di bocce (non Boccia)? Booh, a saperlo sarebbe più facile!

Banner

Il tutto inseguendo, rincorrendo -verrebbe da dire stalkerizzando- i 'Cinquestalle' (maledetta scrittura automatica, invece di Cinquestelle viene sempre fuori Cinquestalle: sarà un segno del destino?) ed aggiungendo ai Conte Boys (a proposito è ancora lui il capo politico?), il già magistrato e già Sindaco (del Comune in default) di Napoli, cioè Luigi De Magistris 
Quest'ultimo, infatti, si è autoproclamato calabrese e benche` di adozione, rivendica -virtute matrimonii (traduzione: per diritto coniugale)- di potersi impossessare di una rappresentanza istituzionale -dans notre région- come se il sacramento nuziale potesse essere sufficiente per accedere a tali ruoli elettivi: così ragionando, io allora potrei pensare -più credibilmente e più autorevolmente, rispetto a costui, nelle nostre contrade- di divenire Presidente del Libano!
Ecco, ciò è il prodotto di un delirium tremens, provocato da uno stato confusionale di chi si è imposto al PD, cioè il Professor Fiorita -non essendovi iscritto- con l'aggravante (almeno secondo le regole e il buonsenso in capo alla politica) di vedersi proposto, accettato e notificato, sempre all'indirizzo del Partito Democratico, da forze non propriamente coerenti o affidabili per Letta&co, cioè i 'grullini' -pardon il solito refuso, i grillini- (ricordando la vicenda quirinalizia), oppure i masanielli demagitrissiani, che vorrebbero ridurre i democrat italici, alla stregua di come il Vesuvio fece con Ercolano e Pompei (tanto per restare in zona partenopea). Per ricapitolare, mentre il Professor Fiorita impone, il Professor Viscomi dispone e tutti sono ingredienti del medesimo polpettone. Niente da dire, un affresco immaginifico, dalle fattezze variabilmente interpretative, seppur dal punto di vista elettorale.

Banner

E già, persino tale aspetto deve essere considerato, poiché il Professor Viscomi (futuro ex Parlamentare, ndr) e cioè colui che per primo ha sposato 'l'arrembaggio fiorito', adesso dovrà o candidarsi al Consiglio Comunale di Catanzaro -con tutti i rischi di una anzitempo sonora 'trombatura'- oppure declinare 'l'editto bocciano' (riferimento all'On. Professor Francesco Boccia) con relativa ammissione di non essere di sana e robusta costituzione elettorale (insomma, votini pochi!).
Vedete? Sembra di assistere -con ovvie e dovute differenze e riduzioni- alle performance di 'cattivi maestri' quali il Professor Giovanni Senzani -che si era messo in testa di radunare il movimentismo extraparlamentare sinistrorso e fare la rivoluzione (ovviamente impedita, poiché arrestato e fermato, dalla parte sana dello Stato), poiché creare in provetta un'alleanza assieme alle frattaglie finto giullaresche di Grillo con il fallace giustizialismo del Vomero di De Magistris, può provocare disastri ed inneficienze tali, da far risultare il caos un luogo ameno.


*Coordinatore Regionale Calabria dell'Area di Centro e della Federazione Popolare dei Democratici Cristiani

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner