Vita nei quartieri. A Gagliano atti vandalici sui murales ma la comunità guarda avanti nel segno della solidarietà

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Vita nei quartieri. A Gagliano atti vandalici sui murales ma la comunità guarda avanti nel segno della solidarietà

  07 ottobre 2021 19:22

di FRANCESCO IULIANO

Non c'è limite all’ignoranza ed alla maleducazione osservando cosa è stato fatto a tre dei 13 murales realizzati qualche anno sulle pareti delle abitazioni del centro storico di Gagliano, l’antico quartiere ad ovest di Catanzaro.

Banner

L’iniziativa, nata allora da un’idea dei soci dell’Associazione Mithos e dall’Associazione Gagliano nel tempo, trovò da subito il consenso dell’allora parroco della comunità di Gagliano, l’indimenticato don Dino Piraino.

Banner

Qualche giorno fa, l’amara sorpresa. Un atto vandalico, quello realizzato sui tre murales religiosi dei percorsi della  ‘Via Lucis’ e ‘Via Crucis’,  che ha fatto da subito il giro del web e dei gruppi Facebook dedicati.

Banner

«Depositeremo regolare denuncia contro ignoti alle autorità competenti». Queste le prime reazioni dei responsabili delle due associazioni del quartiere.

Ed è sempre la comunità di Gagliano protagonista  dell’attivismo  dei quartieri della città.

Ieri sera, in occasione dei festeggiamenti in corso in onore della Beata Vergine del Santissimo Rosario, a conclusione della Santa Messa, un gruppo di ospiti della casa di cura per malattie neuropsichiatriche, Villa San Vincenzo hanno donato, in devozione alla Madonna del SS Rosario, una Corona e due lanterne realizzate sotto la guida del maestro vasaio Francesco Serratore.

Ad accompagnare gli ospiti, gli operatori Caterina Leone, Carmine Grandizio ed Aurelio D'Ippolito. Una terza Lanterna è stata offerta a Frate Rocco Pedroti dei Frati Minori Conventuali che, nella settimana, ha presieduto le funzioni religiose in occasione dei festeggiamenti..

Gli amici del gruppo “Ripartiamo Gagghianu”, infine, hanno donato una poesia, scritta in dialetto catanzarese da Rosario Mercurio e stampata su pergamena. Un’attività quel gruppo, che prosegue con la realizzazione dell’Albero di Don Dino e con i presepi da esporre nelle prossime festività natalizie.

 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner