Assistenza educativa a scuola, il Garante dell'infanzia non ammette ritardi

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Assistenza educativa a scuola, il Garante dell'infanzia non ammette ritardi
Il Garante per l’Infanzia e l‘Adolescenza, Antonio Marziale
  05 agosto 2019 15:21

"Qualora l'anno scolastico prossimo dovesse cominciare senza che i bambini aventi diritto ad assistenza educativa o scolastica abbiano la figura relativa a disposizione, non esiterò a chiedere la chiusura di quel plesso”.

È quanto dichiara il Garante per l'Infanzia e l'Adolescenza della Regione Calabria, AntonioMarziale, a parere del quale: “non deve mai più accadere che bambini disabili aventi diritto si ritrovino impediti a frequentare. O tutti o nessuno, ed eventuali responsabili saranno deferiti all'autorità giudiziaria”.

Banner

Per Marziale, “inclusione significa pari dignità e diritti ed esistono bambini che hanno cominciato a godere dei diritti loro riconosciuti, paradossalmente, verso fine anno. Il tempo per programmare è questo ed eventuali difficoltà devono essere subito denunciate, anche al Garante stesso, ma adesso e non ad anno scolastico avviato. Dopo, sarà tardi”.

Banner

Da qui l'invito agli enti locali a  "risolvere il tutto prima dell’avvio dell’anno scolastico perché la campanella di inizio suoni per tutti, nessuno escluso”.

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner