Balneari: Riccio, Costa, Concolino e Laudadio replicano a Capellupo

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Balneari: Riccio, Costa, Concolino e Laudadio replicano a Capellupo
Ombrelloni a Cassano allo Ionio
  06 gennaio 2024 12:51

 "Quando il comunista Capellupo va in difficoltà non riesce a dare risposte nel merito delle questioni e preferisce offendere usando toni da centro sociale. Senza farla troppo lunga, all'amicone dell'ex governatore Oliverio facciamo una semplice domanda. Vediamo se almeno a questa riesce a rispondere, invece di usare slogan che anche la sinistra nazionale si è stufata di utilizzare. Perché fra i Comuni che hanno prorogato le concessioni demaniali marittime solo quello di Catanzaro lo ha fatto fino a marzo e tutti gli altri per l'intero 2024? Tutti gli altri, come abbiamo già sottolineato, vanno da Rimini a quelli della Liguria, dalla Puglia alla Sicilia passando per la vicina Soverato".

LEGGI QUI LE DICHIARAZIONI DI CAPELLUPO

Banner

Lo scrivono Eugenio Riccio, Gianni Costa, Lea Concolino, Manuel Laudadio, consiglieri comunali Catanzaro

Banner

"L'ex piddino convertito al civismo radical chic pensa che tutte queste Amministrazioni siano stupide a lasciare il termine congruo di un anno in attesa della trattativa fra Governo e Commissione UE e sia invece meglio la proposta di Fiorita che sposta l'estate da Capodanno a marzo? Su una cosa ha ragione Capellupo: noi difenderemo le imprese catanzaresi che gestiscono gli stabilimenti balneari e i posti di lavoro da scelte irrazionali come quella adottata dall'Amministrazione Fiorita. Ultima cosa: le riunioni con gli operatori del settore si fanno prima di assumere una decisione non dopo, quando ci si è accorti del clamoroso errore commesso".

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner