Botricello. Marianna ricorda Maurizio: "Ad Antonio hai ridato la vita, noi non siamo stati capaci di compiere lo stesso miracolo"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Botricello. Marianna ricorda Maurizio: "Ad Antonio hai ridato la vita, noi non siamo stati capaci di compiere lo stesso miracolo"
Maurizio Midiri
  13 aprile 2021 10:12

di MARIANNA TRUGLIA

Sono lontana dalla vita social da un po', ma oggi è doveroso dedicarti un piccolo pensiero per esprimere da parte mia e di tutta la mia famiglia, esattamente come 23 anni fa, la nostra grande gratitudine nei tuoi confronti, Amico Maurizio!. Molti  di voi ricorderanno perfettamente, altri inevitabilmente,  attraverso le mie parole, avranno le immagini davanti gli occhi, e probabilmente sentiranno anche il boato che tutti avvertimmo in quella calda e caotica giornata !

Banner

Non abbiamo mai raccontato questa storia così, in un social e apertamente ! Questo giorno abbiamo preferito buttarlo nel dimenticatoio, perché alcuni ricordi lacerano l'anima ancora oggi ! Era il 30 giugno 1998, una giornata estiva, mio fratello allora appena diciottenne euforico, come qualsiasi 18 anni appena patentato, prendeva il suo motorino per andare a far un giro in paese. improvvisamente ebbe un incidente stradale, subendo un gravissimo urto da parte di una moto di alta cilindrata, di un finanziere. L'urto fu così imminente e grave che mio fratello prese il volo di non so quanti metri  ed ebbe un gravissimo arresto cardio circolatorio! Il suo corpo in pochi minuti si trasformó: inizio a rannicchiarsi, riducendosi sempre di più e tremando, e inghiottendo la lingua ! Ho ancora quell'immagine davanti agli occhi! Sento le urla di mia madre! E poi vedo te.. Maurizio, sento ancora i tuoi passi e le tue grida che invitavano tutti ad allontanarsi! Ricordo che allora eri volontario della Croce rossa, e vedo ancora i tuoi occhi che inevitabilmente cercavano di trovare la forza per usare quel benedetto cucchiaio nel tentare di salvare la vita di mio fratello che era appesa ad un filo per poter evitare che quella lingua , in pochi secondi finisse per essere inghiottita soffocandolo!  Ricordo che tutti lo davano per morto, perché non c'era nessuna speranza!

Banner

Ma è proprio vero che gli angeli esistono e che hanno sembianze umane, e tu quel giorno per Antonio sei stato un angelo sceso dal cielo pronto a ridargli la vita ! Antonio perse coscienza e fu tanti giorni in prognosi riservata, con tanto di punti di sutura.  Non c’è stato un giorno che tu non gli sia stato vicino, forse perché in qualche modo avvertivi un senso di protezione verso di lui. I dottori ci dissero che se Antonio era vivo era grazie a un miracolo ! E quel miracolo lo compiesti tu Maurizio ! E per questo a vita ti ringrazieremo ! Tu esattamente come noi, hai sempre avuto paura anche solo a ricordare questo brutto giorno! Ma oggi più che mai, oggi che siamo tutti qui, con tanta tristezza nel cuore . Era doveroso ricordare che tu sei stato effettivamente una persona speciale per il nostro paese! Qui tutti ci sentiamo tristi di non essere stati capaci di compiere il miracolo, che tu all' epoca riuscisti a compiere! Abbiamo pregato tanto, tantissimo . Mio fratello non è nato il 21/6/80 bensì il 30/6/98 , ed è grazie a te !  A VITA TI RINGRAZIO! Spero la mia eterna gratitudine sia giunta fino a lì!  Che la grazia di Dio ti accolga nelle sue braccia !

Banner

LEGGI ANCHE QUI. Tragedia a Botricello. Il Covid uccide il cinquattaquattrenne Maurizio Midiri: era ricoverato in ospedale

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner