Catanzaro. Al via la 13^ "Start Cup Calabria", la business plan competition che coinvolge gli atenei calabresi

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Catanzaro. Al via la 13^ "Start Cup Calabria", la business plan competition che coinvolge gli atenei calabresi

Presentati oggi in conferenza stampa i dati delle precedenti edizioni. Il progetto è promosso congiuntamente da Fincalabra, dalla Regione e dai tre atenei calabresi.

  08 luglio 2021 20:32

Sono ufficialmente aperte le iscrizioni alla 13esima edizione di Start Cup Calabria, la business plan competition itinerante organizzata dall'Università della Calabria, dall'Università Magna Græcia e dall'Università Mediterranea assieme a Fincalabra ed alla Regione Calabria attraverso il progetto Calabria Innova.

Come ogni anno, anche questa volta le idee d'impresa più interessanti e innovative potranno trasformarsi in un business di successo, con il supporto di un team di esperti che identificano e "formano", attraverso diverse fasi, i progetti più validi.  

Banner

Start Cup Calabria è stato presentato questa mattina in conferenza stampa presso il Complesso Monumentale San Giovanni. 

Banner

Venticinque le aziende costituite, più di 600 idee di impresa sviluppate, 6 milioni di euro di investimento in equity ed il raggiungimento -più volte negli anni- del premio nazionale per l'innovazione: sono questi i dati delle precedenti edizioni, ancora non aggiornati al 2020, un'edizione più peculiare in quanto segnata dalla pandemia ma altrettanto se non maggiormente fruttuosa.

Banner

 

Il progetto nasce per frenare l'emorragia di cervelli dalla Calabria: non per trattenere i giovani in Calabria ma per offrire loro la giusta opportunità per rimanere. A spiegarlo in maniera articolata in conferenza, Luca Gallelli (Referente per l'UMG), Maurizio Muzzupappa ed Andrea Attanasio (Referenti per l'Unical), Claudio De Capua (Referente per l'Università Mediterranea) assieme ad Antonio Mazzei (Fincalabra). 

Quattro le fasi: la prima, di "scouting", prevista tra luglio e agosto, gestita dai tre atenei con Fincalabra e da cui si scegleranno le 12 migliori idee; la seconda, di "formazione", prevista per settembre e gestita dell'Università Mediterranea di Reggio Calabria; la terza ad ottobre, la finale, quest'anno gestita dall'UMG di Catanzaro, per la quale il rettore Giovanbattista De Sarro si è manifestato "entusiasta della collaborazione tra atenei pubblici, la miglior risposta che il mondo accademico può dare in questo momento per la crescita del territorio".

Le tre startup vincitrici parteciperanno a novembre (online) e dicembre (in presenza) al PNI, Premio Nazionale dell'Innovazione, ospitato dall'Università Tor Vergata di Roma.

Anche Maurizio Muzzupappa, docente dell’Università della Calabria, e Stefano Alcaro, direttore della della Scuola di Alta formazione dell’Umg di Catanzaro, hanno rimarcato il valore e l’importanza della sinergia interaccademica alla base del progetto “Start Cup Calabria”. Per Alessandro Zanfino, presidente di Fincalabra, «è importante puntare sull’innovazione e sulla collaborazione tra istituzioni e mondo universitario, soprattutto in vista dell’arrivo delle risorse del Pnrr, che richiederà una straordinaria capacità organizzativa. Sotto questo aspetto iniziative come “Start Cup Calabria” sono strategiche».

Il titolo scelto per la 13edizione di “Start Cup Calabria” è “Un passo verso il futuro”, un gioco di parole con il termine “pass” per esprimere – hanno detto gli organizzatori – l’esigenza della ripartenza della Calabria.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner