"Catanzaro Capitale della Calabria" più di uno slogan, depositato il marchio da Vincenzo Speziali

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images "Catanzaro Capitale della Calabria" più di uno slogan, depositato il marchio da Vincenzo Speziali
Vincenzo Speziali
  19 gennaio 2022 21:08

Catanzaro Capitale della Calabria. Un semplice slogan elettorale, in vista della consultazione elettorale per il rinnovo del Sindaco e del Consiglio? Sembra proprio di no anche perché il “titolare” questa mattina ha provveduto a depositare il marchio presso gli uffici competenti. L’operazione è stata condotta dal Coordinatore Regionale Federativo Calabria dell'Area di Centro, Vincenzo Speziali, per nome e per conto del gruppo di partiti e movimenti che fanno parte dello schieramento. La dicitura nella sua estensione completa è "Catanzaro Capitale della Calabria e centro del Mediterraneo nell'ottica della Firenze lapiriana, con il Centro Moderato" .

Speziali precisa che lo slogan “rappresenta il fulcro di un progetto politico, amministrativo, sociale e culturale, che non può rischiare di essere sfregiato da strumentalità più o meno volontarie, né essere lasciato in balia di neofiti, privi di una visione e talvolta, pure di una prospettiva.” Ed aggiunge: “Da qui, da questa impostazione programmatica, inizieremo un confronto aperto, con le forze sane e compatibili al nostro comune sentire, poiché come ho avuto modo di precisare, è ferma l'intenzione di salvaguardare il sincero sforzo che si intende offrire alla città di Catanzaro (e ai suoi cittadini), anzi viene ribadito come il tutto sarà motore e caratteristica per qualificare l'azione positiva e credibile del centro moderato,  rappresentato dalla Federazione che guido: siamo, infatti, gli unici a poter garantire, in modo serio, una qualificata azione di governo, sia a livello nazionale, che nelle municipalità (notoriamente concetto coniato da Sturzo, che nulla a che fare con Morra)!

Banner

Il perché della registrazione e quindi l’esclusività per l’uso dello slogan per Vincenzo Speziali “È stato necessario e cautelativo l'espletamento di tale atto legale e burocratico, previsto dalla vigente normativa, poiché mi sono accorto -pur con gioia!- di quanto è già nel sincero dire comune, però anche di come potesse essere "mal gestita", da alcuni, non solo l'accezione, bensì l'idea (con il rischio di inficiarla), aggiungendo senza presunzione, che in mancanza del nostro apporto, non si avrebbero i seri contenuti, i quali già abbiamo chiari e forniremo, durante la fase della stesura del programma.”

Banner

Il movimento federativo guidato in Calabria da Vincenzo Speziali, proprio in vista dell’appuntamento elettorale a Catanzaro, si dice pronto a giocare una partita, che di per se si presenta difficile per tutti gli schieramenti politici locali, quale la scelta del Sindaco e le liste dei candidati al Consiglio. Programma altra parola “magica” nel cilindro di tutti i big. “Non ci sottrarremo a ciò –puntualizza Speziali- poiché così marcheremo la differenza con chi è privo di esperienza -ed essa serve!- e poi, solo dopo, si proseguirà con i nomi del candidato alla carica di Sindaco e di Consigliere Comunale, senza fughe in avanti e men che mai con intemerate intempestive e a mezzo stampa di futuri ex parlamentari (dalla chioma fluente o meno), oppure di frettolosi e prematuri candidati (o da altrui indicati come tali), poiché l'area democristiana, laicoriformista e liberlademocratica, ha da sempre la sua configurazione e da oggi, persino registrata.”

Banner

Speziali conclude che “in ogni modo il 24 Gennaio arriva (elezione del Capo dello Stato) e da lì, da quel momento, finalmente anche l'attuale schieramentismo muterà. Io penso in meglio, poiché peggio di così non si può!” (enzo cosentino)

 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner