Commissione d’inchiesta sul Covid, Corbelli (Diritti Civili): “Primo passo verso la verità"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Commissione d’inchiesta sul Covid, Corbelli (Diritti Civili): “Primo passo verso la verità"
Franco Corbelli

"Adesso è doveroso l'intervento della magistratura"

  12 luglio 2023 16:44

Il leader del Movimento Diritti Civili, Franco Corbelli, plaude “all’avvio della commissione parlamentare d’inchiesta sul Covid” e chiede adesso, “soprattutto dopo  l’impressionante report Pfizer, reso noto nei giorni scorsi (3000 morti improvvise in sei mesi, un dato di sola farmacovigilanza passiva e, purtroppo, di molto sottostimato), oltre ad una efficacia e immediata opera di prevenzione e cura delle persone danneggiate, il doveroso intervento della magistratura per fare piena luce sulla tragedia delle morti improvvise e delle gravi reazioni avverse, che La Verità, Fuori dal Coro e Diritti Civili continuano, da oltre due anni, a denunciare e documentare, afferma Corbelli. Anche la Calabria continua, purtroppo, a pagare un prezzo altissimo.  Tanti i giovani che continuano a morire di colpo, anche in queste ultime ore. Non si può più continuare a rimanere silenti e inerti di fronte a queste stragi. Bisogna assolutamente fare qualcosa. Un’opera di prevenzione per cercare di prevenire e fermare questi decessi fulminei e una terapia mirata per tentare di curare le persone ammalatesi per i gravi effetti collaterali. E’ quello che Diritti Civili chiede da due anni e mezzo, dal marzo 2021, dopo i primi casi sospetti e le morti inspiegabili di giovani militari, sanitari e personale scolastico(le prime categorie ad aver ricevuto il siero sperimentale). Abbiamo a questo proposito pubblicato, più volte, su Fb, su La Verità e altri giornali on line, come questa testata, dei vademecum con tutte le indicazioni necessarie. Contestualmente però anche la magistratura si deve, finalmente, muovere per fare chiarezza e giustizia su questa immane tragedia delle morti improvvise, di giovani soprattutto, e dei devastanti effetti collaterali, indagando su quanti, a livello governativo e tecnico scientifico, hanno imposto, con il ricatto del green pass, l’obbligo vaccinale, partendo dall’ex premier Mario Draghi, di cui nessuno parla, né ricorda quanto ha detto e fatto, con il suo governo e con il suo ministro della Salute, Roberto Speranza, contro un popolo inerme e oppresso!  La commissione d’inchiesta (che vede la luce grazie, in particolare, alla incessante e coraggiosa campagna del giornale di Belpietro e De’ Manzoni ) è solo il primo passo verso la verità. Adesso, ripeto, tocca intervenire alla magistratura che continua, invece, a restare in silenzio e non muoversi, al di là di qualche isolata iniziativa di qualche Procura che al momento però non ha ancora prodotto i risultati attesi. Una cosa è certa: non ci si può fermare e limitare a guardare questa serie impressionante di morti. Bisogna produrre ogni sforzo per cercare di fermarle. Diritti Civili aveva previsto, denunciato(ripetutamente per oltre due anni, dopo i primi decessi inspiegabili  nei primi mesi del 2021) e poteva evitare tutto(se solo avessero ascoltato i tanti, nostri, accorati e disperati appelli). Ma adesso non serve recriminare. Bisogna affrontare e superare questa nuova drammatica emergenza. E’ questo il nostro unico obiettivo per il quale siamo impegnati quotidianamente”.   
 
 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner