Comunali, Rende premia il sindaco uscente

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Comunali, Rende premia il sindaco uscente
Marcello Manna, sindaco di Rende e presidente Anci Calabria
  10 giugno 2019 09:58

Marcello Manna, sindaco di Rende 

di ANTONELLA SCALZI 

Banner

Puzzle elettorale completato. Da questa notte anche i Comuni con più di 15mila abitanti dove nessuno degli aspiranti sindaci ottenne al primo turno la maggioranza più uno dei voti hanno la loro guida politica. In Calabria sono stati quattro i Comuni chiamati al ballottaggio: Rende, Corigliano-Rossano e Montalto Uffugo in provincia di Cosenza, Gioia Tauro nel Reggino (leggi la notizia).

Banner

E il secondo turno a Rende ha premiato il sindaco uscente. Marcello Manna ha conquistato il secondo mandato battendo il democratico Sandro Principe. Qui erano ben nove gli aspiranti sindaci in corsa il 26 maggio scorso, poi il ballottaggio ha ristretto il campo restringendo tutto nell’alveo dei tradizionali schieramenti e Marcello Manna ha riportato il centrodestra alla vittoria con il 57,13 per cento dei consensi: 2.347 voti in più del primo turno. Sono stati 6.917, il 42,97 per cento, quelli ottenuti invece da Principe: troppo pochi per salire sullo scranno più alto del Comune di Rende che ha scelto la continuità. In calo l’affluenza che, dal 70,96 per cento del primo turno è scesa al 52,41.

Banner

Nessuno confronto con ciò che fu si può fare invece a Corigliano-Rossano. Questa, qui, è stata la prima tornata Comunale dopo la fusione. A vincere la sfida è stato Flavio Stasi, eletto sindaco con 23.023 voti, il 72,56 per cento dei votanti. Decisamente più staccato Giuseppe Graziano che riparte dal ruolo di consigliere sapendo di aver perso più di quattromila voti rispetto al primo turno. Il consenso finale è pari al 27,44 per cento dei votanti ovvero 8.706 voti. Anche qui affluenza in calo di quasi 16 punti.

Continuità premiata pure a Montalto Uffugo. Pietro Caracciolo resta sindaco con il 63,72 per cento dei consensi pari a 6.336 voti, appena 202 in più del primo turno. Il sogno di Ugo Gravina invece si infrange contro i numeri che lo danno fermo al 30,28 per cento dei consensi in un quadro che segna un vero e proprio crollo dell’affluenza.

L’unico Comune del Reggino chiamato al voto era Gioia Tauro. Ha vinto Aldo Alessio. che, con due Civiche, ha battuto il candidato di Lega e Unione di centro Raffaele D’Agostino. La partita si è chiusa con il 58,19 per cento dei voti a favore di Aldo Alessio.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner