Con l'associazione Vitambiente s'impara "Il linguaggio della bellezza". Consegnati i premi a chi lotta contro l'ecomafia

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Con l'associazione Vitambiente s'impara "Il linguaggio della bellezza". Consegnati i premi a chi lotta contro l'ecomafia

  26 ottobre 2019 23:30

di CLAUDIA FISCILETTI

L’associazione Vitambiente di Catanzaro compie il suo primo anno dalla fondazione. Questo pomeriggio il movimento ambientalista, ha colto l’occasione del primo evento nazionale, denominato “Il linguaggio della bellezza”, per conferire i premi a coloro che ogni giorno lottano contro le ecomafie e che quindi tutelano la bellezza dell’ambiente. Dunque i premiati sono stati il procuratore della Repubblica di Catanzaro Nicola Gratteri la deputata Wanda Ferro, non presenti per impegni sopraggiunti all’improvviso, e l’arcivescovo di Catanzaro monsignor Vincenzo Antonio Bertolone, il cui premio è stato ritirato in sua vece da Don Pino Silvestre.

Banner

Difatti, in questo caso, la bellezza non è intesa nella sua connotazione più semplice che è quella esteriore, ma come canale di collegamento verso un mondo più pulito, più bello. Vitambiente ha come obiettivo principale proprio la tutela e la valorizzazione dell’ambiente.

Banner

L’incontro è stato introdotto dal Presidente del Circolo Vitambiente di Catanzaro, l’avvocato Pietro Marino, che ha citato il motto dell’associazione, “chi non vive per servire, non serve per vivere”, sottolineando come l’associazione si ponga al servizio degli altri ed abbia a cuore l’armonia dei rapporti tra l’uomo e la natura, ha poi aggiunto che recentemente è stato aperto un altro circolo anche in Toscana, dimostrando che Vitambiente si sta allargando sempre di più su scala nazionale.

Banner

A moderare l’incontro il direttore responsabile de La Nuova Calabria, che ha introdotto i rappresentanti dei vari circoli nati in tutta la regione e che hanno fatto il punto sull’attività da loro svolta. Dunque, per il circolo di Catanzaro ha preso la parola Ileana Grappa, poi è stata la volta del circolo di Reggio Calabria con il responsabile Marco Lucisani, seguito dal responsabile del circolo di Crotone, Cataldo Golino, dal responsabile del circolo di Cosenza, Maria Federica Martire, e dal responsabile del circolo di Lamezia Terme, Tonia Carnovale. A prendere la parola poi, sono i rappresentanti dei cari circoli scientifici inerenti alla medicina, allo sport e all’antropologia.

E’ intervenuto anche l’assessore Danilo Russo affermando che «la Terra è il gioiello più prezioso da salvaguardare». A dimostrazione che la tutela dell’ambiente riguarda anche i più giovani, sono intervenute anche due studentesse delle scuole medie che hanno mostrato il loro progetto sull’inquinamento, offrendo soluzioni su come ridurlo.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner