Coronavirus. A Castrovillari Consiglio comunale a porte chiuse

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Coronavirus. A Castrovillari Consiglio comunale a porte chiuse
Domenico Lo Polito, sindaco di Castrovillari
  28 marzo 2020 09:44

A seguito dell’emergenza sanitaria da COVID-19, il Consiglio Comunale di Castrovillari si terrà, ai sensi dell’articolo 39, comma 2, del Testo Unico 18 Agosto 2000, n.267, a porte chiuse nella sala consiliare del Palazzo di Città, come da convocazione del presidente, Piero Vico, su determinazione della conferenza dei capigruppo; appuntamenti, quindi, per lunedì 30, in prima seduta, alle ore 8,30, e martedì 31 marzo , in seconda , alle ore 9,30.

I consiglieri, per il particolare momento, interagiranno in videoconferenza, mentre nel salone, in postazione di raccordo, saranno presenti il Segretario generale, Angelo Pellegrino, il Presidente, Piero Vico, ed il Sindaco, Domenico Lo Polito.

Banner

Il Comune-viene precisato dalla Sede municipale- si è attrezzato, così, mettendo in campo le nuove tecnologie, al fine di ridurre virtualmente  il necessario e richiesto distanziamento fisico (che oggi, in questo Tempo sospeso, si percepisce maggiormente), come assumendo il regolamento per lo smart working dei dipendenti, dimostrando - si ricorda ancora- che la struttura amministrativa non si ferma dinanzi alle difficoltà ma, al contrario, offre ogni capacità per affrontare l’emergenza, traendo, inoltre, da questo periodo, lo stimolo per fare di più e meglio con tutto ciò che ha in dotazione per mettere in rete.

Banner

Riguardo la prossima seduta del Consiglio, ben 9 i punti che connotano l’ordine del giorno con quello riguardante interrogazioni, interpellanze e mozioni.

Banner

I restanti  prevedono l’approvazione: del piano finanziario e la determinazione tariffe 2020 della TARI; di quello delle alienazioni e valorizzazioni immobiliari sempre per l’anno in corso; dei provvedimenti per la verifica delle quantità e qualità delle aree e fabbricati da destinarsi alla residenza e/o alle attività produttive o terziarie che potranno essere ceduti in proprietà o in diritto di superficie ; per gli incarichi di collaborazione autonoma; e ancora l’approvazione delle aliquote relative all’Imposta Municipale Propria(IMU) ed inerenti ad immobili ed a fabbricati rurali e strumentali; le modifiche ed integrazioni alla deliberazione di Consiglio comunale n.52/2019 per l’attivazione delle entrate proprie a seguito della dichiarazione di dissesto finanziario; l’approvazione del  Documento Unico di Programmazione (DUP) per il periodo 2020/2022 nonché l’aggiornamento, esame ed approvazione dell’ipotesi di Bilancio di previsione stabilmente riequilibrato 2020/2022 oltre al  Piano triennale delle opere pubbliche 2020/2022 e all’elenco annuale dei lavori 2020 con gli adempimenti connessi.

Relatori saranno per la TARI l’Assessore all’Ambiente, Pasquale Pace , e, per i rimanenti, l’Assessore alle politiche finanziarie, Maria Silella.

Il nuovo modo di raccordarsi, quindi, con supporti tecnologici, tra i rappresentanti istituzionali e dei diversi schieramenti, evidenzia, ancora una volta, l’importanza attuale ed imprescindibile di tali precauzioni che, senza sminuire il ruolo democratico anche dei Comuni, con le loro massime assemblee, affermano l’importanza della tutela della salute di chi vi opera, nonché il primato della trasparenza e del senso di responsabilità sulle azioni che, con rinnovato impegno,  si desiderano realizzare tra l’essenzialità dei servizi in cui devono muoversi tali presidi, in questo istante, con le loro strutture per renderle.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner