Premio Sila '49, domani a Cosenza la presentazione del romanzo "Jazz Cafè" di Raffaele Simone

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Premio Sila '49, domani a Cosenza la presentazione del romanzo "Jazz Cafè" di Raffaele Simone

  05 maggio 2024 15:13

Il Premio Sila ’49 ci porta ancora una volta in libreria. Siamo al giro di boa con la presentazione dei libri che compongono la Decina 2024. E per il quinto appuntamento, sarà Raffaele Simone a incontrare il pubblico nell’accogliente libreria Ubik di Cosenza, in via XXIV Maggio. Domani, alle 18, l’autore converserà con tutti i presenti e con il docente universitario Battista Sangineto del suo “Jazz Cafè”. È una raccolta di sette racconti in cui la ricerca della felicità e il senso della giustizia rappresentano una sorta di trait d’union tra i protagonisti delle pagine.

Personaggi con umanità profondamente differenti che in ognuna delle storie affrontano i propri destini, fanno i conti con vicende del loro passato, si confrontano con i naturali avvenimenti che rendono bella e difficile la vita. Contraddizioni e malinconie. Inquietudini e riflessioni. Tristezze e felicità, sospese, in itinere, concluse.

Banner

GIOVEDÌ 9, NON PRENDERE IMPEGNI!

Banner

Altro appuntamento da segnare in agenda. Altro libro della Decina 2024 pronto a essere presentato. Giovedì 9 maggio, alla libreria Feltrinelli di corso Mazzini 86, a Cosenza, Chiara Galeazzi parlerà del suo “Poverina” (Blackie Edizioni). Ad accompagnare la scrittrice e conversare con lei del libro, ci sarà la giornalista Giuliana Scura.

Banner

LA SCHEDA DEL LIBRO

Raffaele Simone, Jazz Cafè, La nave di Teseo

Un austero avvocato commissiona a un enigmatico maltese un atroce delitto. Un giovane, a cui i funerali del papa impediscono di rientrare a casa, è costretto, nell’attesa, a ripercorrere la sua vita e a tentare di correggerne gli errori. Un uomo e una donna, incontrandosi per caso all’Elba, intravvedono uno spiraglio di felicità. Dopo un appuntamento mancato a Chicago, una giovane studiosa resta impigliata in un groviglio di incontri e di ricordi di cui non viene a capo. Un magistrato in missione a Parigi torna tormentosamente su un terribile delitto che gli è toccato giudicare e riesamina dentro di sé la giustizia che ha amministrato e in cui non crede. Un letterato di rango viene inaspettatamente invitato a una reunion con compagni di studi che non vede da anni e si ritrova tra persone che non riconosce più. Dal suo letto di ospedale, un uomo dal cognome curioso richiama alla mente un amore perduto e scopre che non tutto era quel che pareva…

In questa raccolta di racconti Raffaele Simone dà vita a una serie di personaggi che hanno, malgrado la diversità dei loro destini, qualcosa in comune: la ricerca inesausta di quella scheggia di felicità e di giustizia forse concessa agli umani.

Una serie di storie che avanzano senza respiro, sospinte da un vibrante intreccio di tonalità, animate da personaggi stranianti e irresistibilmente comici e da una fitta rete di evocazioni letterarie. Sullo sfondo, grandi città inquiete, potenti notturni, vaste marine, movimenti di folle, inattesi impromptu musicali, improvvise irruzioni di versi. Mentre lo sguardo del narratore passa dal campo largo al dettaglio più minuto, dal cielo aperto sopra Roma o Parigi alla rosa bianca che una donna tiene alla vita.

Raffaele Simone

Di professione linguista, professore emerito dell’Università Roma Tre. Membro di accademie e ordini (Académie Royale belga, Accademia della Crusca, Ordre des Arts et des Lettres di Francia), più volte honoris causa, ha insegnato in diversi paesi. Nel 2022 gli è stato attribuito il Prix de l’Institut de France per la carriera. È autore di innumerevoli lavori tecnici e ideatore di opere lessicografiche originali (tra cui il Grande dizionario analogico della lingua italiana e l’Enciclopedia dell’Italiano). È anche autore di saggi sulla modernità tradotti in più lingue e vincitori di numerosi premi: Presi nella rete. La mente ai tempi del web (2012); Come la democrazia fallisce (2015; Prix du Livre Européen 2017); L’ospite e il nemico. La grande migrazione e l’Europa (2018). Tra i suoi lavori recenti, Il software del linguaggio (2020), La grammatica presa sul serio (2022) e Divertimento con rovine (2022). Nel 2012 ha pubblicato un romanzo, Le passioni dell’anima, pluripremiato e tradotto in diverse lingue.

 

 

 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner