Cosenza, estorsioni a soggetti disabili e minorenni: arrestati due giovani

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Cosenza, estorsioni a soggetti disabili e minorenni: arrestati due giovani

  13 luglio 2022 15:52

I carabinieri della compagnia di Rende, in esecuzione di un ordine di custodia cautelare ai domiciliari, hanno arrestato due giovani di 21 e 22 anni. Sono accusati di rapina ed estorsione, reati contestati loro dalla Procura della Repubblica di Cosenza. Gli afresti sono scaturiti da alcune denunce presentate al comando stazione dell'Arma di Rende tra maggio e giugno 2022, relative a singoli episodi di richieste illecite di denaro, talvolta aggravate dall’utilizzo di armi, nei confronti di ragazzi giovanissimi o diversamente abili. Alle denunce si erano aggiunte segnalazioni, spesso anonime, effettuate anche tramite testate giornalistiche locali per fatti gravi ed allarmanti di analogo tenore.

I due, secondo l'accusa, erano soliti avvicinare le vittime, quasi sempre giovanissimi, con l’inganno di richieste d’aiuto, per poi pretendere al loro rifiuto, la consegna di somme di denaro sotto minaccia e talvolta anche con l’utilizzo di armi. In un caso, brandendo una bottiglia spaccata, i malviventi avrebbero minacciato di morte un minorenne dicendogli che, in caso di mancata consegna dei soldi sarebbe stato ucciso e che non avrebbe più potuto giocare a calcio. In un altro caso avrebbero avvicinato una ragazza intimandole la consegna di 5 euro estraendo dalla tasca un coltelllo. L’attività d’indagine esperita dai militari dell’Arma attraverso la visione di alcune telecamere, l'analisi delle testimonianze dirette di chi ha assistito alle aggressioni e alle minacce poste in essere, nonché ai riconoscimenti fotografici delle vittime, ha permesso di identificare gli arrestati.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner