Cosenza, prosecco vittima dell'autonomia differenziata

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Cosenza, prosecco vittima dell'autonomia differenziata

  01 agosto 2019 20:26

La lotta contro il regionalismo differenziato passa anche dal cibo. O almeno è quanto pensano alcuni commercianti di Cosenza che stanno esponendo cartelli con la scritta "Ristorante selezionato #mangiasud. In questo ristorante non serviamo vini o altri prodotti del Nord" o anche "bar deVENETizzato". Banditi quindi prosecco ed altri prodotti "nordisti". Le locandine già si vedono su una decina di vetrine sono diventate virali anche sui social con migliaia di like e ricondivisioni.

"Non siamo contro nessuno, solo lavoriamo e paghiamo le tasse come tutti, dunque non ci stiamo ad essere tacciati come mantenuti dai settentrionali" spiega all'ANSA Francesco Vivone, gestore di una macelleria aperta dal nonno nel 1954 e oggi anche griglieria. "Si tratta - aggiunge - di promuovere e di sostenere le nostre eccellenze agroalimentari. E' protezionismo ma senza essere contro qualcuno".

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner