Ddl bocciato in Senato. Sgrò contro Marraffa: "Tutti noi 'disperati' continueremo a mostrarci e non ci arrenderemo a questi traditori"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Ddl bocciato in Senato. Sgrò contro Marraffa: "Tutti noi 'disperati' continueremo a mostrarci e non ci arrenderemo a questi traditori"
Davide Sgrò in arte Sgrodolina
  31 ottobre 2021 17:17

di DAVIDE SGRO'

Bisogna sempre parlare a sproposito, magari gli attivisti in Calabria siamo pochi, ma nella Nazione siamo tantissimi. E ieri attivisti lo eravamo tutti. Io sono un attivista che si è sempre esposto, e ho sempre lottato contro ogni forma di violenza. Mi impegno ad offrire la mia piena disponibilità come attivista a lottare contro questo stato quo omofobo, contro questi politici e contro tutte le persone maschiliste omofobe, transfobiche e ipocrite. Non mollo mica la presa, e non ci sarà mail momento per ritornare nei ranghi delle esistenze segrete, dei sotterfugi, dei silenzi pieni di timore e vergogna. Io personalmente e sicuramente tutti i “disperati”, come siamo stati definiti dal grande cristiano Paolo Marraffa, continueremo a mostrarci, non dimentichiamo quelle urla e quello che è stato fatto e non ci arrenderemo a questi traditori.

Banner

LEGGI ANCHE QUI. Ddl Zan bocciato in Senato. Paolo Marraffa: "Condivido i post di Antonello Talerico. Una vera e propria tragedia giuridica e un disastro politico"

Banner

Vorrei pormi anche nei confronti del signor Marraffa, che tanto signore e cristiano con me non lo è stato qualche mese fa in una conversazione privata, lui si chiama “Chiesa inclusiva” (include quei pecoroni che hanno urlato in senato sicuramente) perché chi si ritiene Cristiano e uscente da un movimento importante, non giudica la chiesa in maniera cattiva e negativa, non giudica il prossimo.  Una persona che parla di lavaggio di cervello da parte della chiesa e non poter parlare e difendere chi è vittima di omofobia. 

Banner

LEGGI ANCHE QUI. Ddl Zan bocciato. Passafaro (Pd) replica a Marraffa: "Definire 'disperati' delle persone scese in piazza per difendere i diritti, lo trovo poco rispettoso"

 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner