Degrado nei cimiteri del capoluogo di regione, Cristina Rotundo sul piede di guerra

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Degrado nei cimiteri del capoluogo di regione, Cristina Rotundo sul piede di guerra

  26 agosto 2019 10:35

Nu rre, 'nu maggistrato, 'nu grand'ommo, trasenno stu cancielloha fatt'o punto c'ha perzo tutto, 'a vita e pure 'o nomme: tu nu t'fatto ancora chistu cunto?”. È la citazione utilizzata dalla consigliera comunale Cristina Rotundo di fare per Catanzaro per ricordare che "a morte, diceva il grande Totò, è una livella e tutti diventano uguali. Tutti i defunti hanno e devono avere la stessa dignità, si tratti di un re, di un magistrato, di un artista. Fatta questa considerazione generale, la denuncia pubblica sullo stato di abbandono della tomba del grande Mimmo Rotella, vanto di Catanzaro in tutto il mondo, ci permette di fare una riflessione sul degrado che ormai sta divorando l’intera città e che non risparmia neppure i cimiteri»..

Per Cristina Rotundo, "non solo Rotella, davanti al quale ci inchiniamo, ma tutti i nostri concittadini passati nell’eternità hanno il diritto – negato da questa amministrazione superficiale e inefficiente – di riposare in un luogo decoroso e soprattutto pulito.

Banner

Venga ripulita al più presto la tomba di Rotella, magari richiamando la famiglia e la Fondazione ad una maggiore attenzione e ricordando la promessa di erigere un monumento funebre importante, ma vengano ripuliti tutti i cimiteri ed eliminati i cattivi odori, i calcinacci, le erbacce che impediscono perfino di individuare le tombe dei cari. Un grazie a Rotella, che resta un Grande per tutto quello che ha fatto in vita, per averci permesso di inchiodare alle sue pesanti responsabilità la peggiore Giunta di tutti i tempi".

Banner

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner