Drosi (Pd) dopo l'assemblea provinciale di Catanzaro: "Netta contrapposizione al duo Tansi- De Magistris"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Drosi (Pd) dopo l'assemblea provinciale di Catanzaro: "Netta contrapposizione al duo Tansi- De Magistris"
Michele Drosi
  29 marzo 2021 18:11

Il  presidente dell’Assemblea provinciale del Pd di Catanzaro, Michele Drosi, richiamandosi alla recente riunione dell’organismo, convocato dopo quattro anni di silenzio, in una nota ribadisce quanto detto nel corso della riunione sull’impegno che il Partito deve assumere per affrontare le tante situazioni politiche in via di evoluzione su tutto il territorio calabrese. E soprattutto nella provincia di Catanzaro dove è aperta ancora la questione Lamezia per un ritorno alle urne e quello sempre più prossimo della Città di Catanzaro.

Drosi ha anche richiamato nella nota il lavoro svolto dalla Federazione e dal suo segretario Gianluca Cuda. Lavoro che ha come obiettivo quello di realizzare iniziative idonee a “costruire un progetto alternativo di governo al centrodestra,  sia a Lamezia, sia a Catanzaro e a livello regionale". Drosi ribadisce anche un argomento, trattato in sede assembleare, di vitale importanza per la crescita del Partito in tutta la regione è cioè uscire dalla gestione commissariale con la  celebrazione del congresso regionale, già annunciato dal commissario regionale Stefano Graziano per l'autunno prossimo, e così “restituire ai calabresi la possibilità di dirigere il PD, attraverso i suoi iscritti e i propri dirigenti". Drosi rafforza l’auspicio espresso dall’Assemblea del Pd catanzarese sulla “necessità e l’urgenza che  il commissario regionale verifichi la possibilità di costruire un'alleanza ampia con tutte le forze del centro sinistra e del movimento Cinque stelle, nel quale permangono forti contraddizioni che il partito nazionale dovrà impegnarsi a sciogliere”.

Banner

Nella nota di Michele Drosi è anche richiamato l'auspicio espresso dai partecipanti alla Assemblea “di un largo coinvolgimento di Associazioni, Movimenti, del mondo della Cultura e dell'Università, delle personalità che negli anni hanno svolto ruolo nelle istituzioni, per poter affrontare la scadenza elettorale, con fiducia e determinazione e per sconfiggere un centrodestra totalmente incapace e immobile, che non riesce nemmeno a far fronte alla drammatica situazione venutasi a creare, a causa della pandemia, sia sul piano sanitario che su quello economico. E anche per contrastare il duo De Magistris e Tansi, espressione di un populismo becero". Drosi sottolinea anche l’importanza  di una iniziativa da portare avanti unitamente alla Federazione e al suo segretario Cuda ,sui problemi del Sud e della Calabria, anche alla luce delle opportunità del Recovery Plan. Iniziativa he prevede il coinvolgimento diretto del vice segretario nazionale del Partito e già ministro del Mezzogiorno, Giuseppe Provenzano.

Banner

LEGGI QUI LA CRONACA DELL'ASSEMBLEA PROVINCIALE

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner