Enrico Brignano fa ridere e riflettere alla Summer Arena di Soverato

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Enrico Brignano fa ridere e riflettere alla Summer Arena di Soverato

  25 agosto 2019 13:22

di CLAUDIA FISCILETTI

Uno spettacolo non solo che ha fatto ridere ma anche riflettere, quello di Enrico Brignano.

Banner

“Un’ora sola vi vorrei” è il titolo della tournée con cui l’artista romano toccherà le principali città italiane tra agosto e settembre, con la sua ormai ben conosciuta ironia che non stanca mai.

Banner

Ieri sera è stata la Summer Arena di Soverato ad ospitare l’evento, organizzato da Maurizio Senese, che ha contato circa 4000 persone, spettatrici entusiaste delle gag proposte da Brignano e che per più di una volta non gli hanno risparmiato applausi scroscianti.

Banner

Lo spettacolo è durato ben più di una semplice ora, ma il tempo è volato via grazie al “savoir faire” del comico romano, frutto di un’esperienza decennale maturata tra teatro, grande e piccolo schermo, che è riuscito a coinvolgere il pubblico non solo proponendo il suo repertorio, ma anche andando a braccio e interagendo con gli spettatori.

Uno show accompagnato da canzoni scritte ed interpretate dallo stesso Brignano, che ha rivisitato in chiave comica le principali scoperte fatte durante la preistoria, fa riflettere su quanto l’uomo moderno sia cambiato dall’uomo preistorico -è cambiato veramente, poi?-, per poi passare a raccontare le sue stesse esperienze dell’infanzia e l’esperienza più recente di genitore, il tutto condito da una comicità che non annoia.

Un vero e proprio maestro d’ironia, Brignano, che ha dato il meglio di sé mettendo su un one man show in cui è facile notare la sua completezza come artista, e che non si è risparmiato dal fare una riflessione in cui ha espresso il suo dissenso per i numerosi incendi dolosi che ha visto durante i viaggi di questa sua tournée estiva e che, naturalmente, colpiscono anche la Calabria, rovinando l’equilibrio ambientale.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner