Il corsivo giallorosso. Al "Partenio" le "aquile" volano basso. Per arrivare in vetta ci vuole più sprint e coraggio

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Il corsivo giallorosso. Al "Partenio" le "aquile" volano basso. Per arrivare in vetta ci vuole più sprint e coraggio
Fine gara
  30 settembre 2021 23:37

di ENZO COSENTINO

I “lupi irpini” erano affamati di vittoria. Aspettavano famelici il Catanzaro. Ma hanno patito ancora il digiuno.  Le “aquile” giallorosse non si son fatte sbranare. Ma anche loro ancora una volta hanno patito i morsi della fame da vittoria. Pretenderla in questa occasione dell’infrasettimanale non era nelle corde della formazione di Calabro. E’ volata piuttosto basso.

Banner

Poche occasioni da far gridare di gioia “goal” Martinelli e compagni. Anzi quasi nulla. Alla fine comunque il più scontento e deluso il tecnico irpino, Piero Braglia. Da ex giocatore e tecnico giallorosso ci teneva a mettere al tappeto il Catanzaro e le ha provate tutte. Nervi a fior di pelle – Piero va facilmente su di giri e così ha collezionato una monizione- e a fine gara di corsa verso gli spogliatoi. Non ha gridato e sprecato fiato solo lui nel corso dei 90minuti e passa. Mister Calabro non è stato da meno sia nell’incitare i suoi che a imprecare quando la sua squadra ha optato per un gioco più contratto nella propria metà campo.

Banner

Avellino vs Catanzaro: 0-0 finale. Le Aquile escono indenni dal "Partenio" dopo una prestazione attenta

Banner

Una nota un po’ più alta è arrivata da Cianci che ha affrontato, con buon esito l’esame dei novanta minuti interi. Un miracolo di Branduani e una traversa colpita dagli irpini gli episodi salienti in una partita che se pur muscolare non ha divertito.  Esageratamente tattica sulla filosofia del “non prenderle”. Misero punticino nel carniere che resta estremamente vuoto non certo adeguato, al momento, per pensare di acciuffare Bari e Monopoli in piena fuga.

Una partita da analisi attenta per capire se esistono mali strutturali nel Catanzaro e come risolverli ed uscire fuori da una situazione che comincia ad innervosire la parte più calda della grande piazza dei fans giallorossi.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner