Il corsivo giallorosso. Il pari ci può stare e Nocchi vive la sua serata in porta da "grande"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Il corsivo giallorosso. Il pari ci può stare e Nocchi vive la sua serata in porta da "grande"

  22 febbraio 2022 23:57

di ENZO COSENTINO

Niente da fare a Potenza. Un pareggio comunque da non disprezzare. Rallenta la marcia ma non scalfisce la robustezza dei giallorossi. A fine partita quei 160 e passa fedelissimi “accompagnatori” hanno applaudito le “aquile”. Partita piena di insidie ed un “incipit” a sorpresa. Branduani si infortuna mentre si “riscaldava”. Vivarini gioca la carta di riserva. Per difendere la porta Timothy Nocchi è pronto. Un paio di interventi “al bacio” e il Potenza è servito. Il barbuto portiere nella sua area piccola è una… autorità.

Banner

Anzi è una saracinesca almeno in tre occasioni ognuna delle quali aveva fatto gridare i potentini sugli spalti: gol! Grida rimaste nella gola. Il Catanzaro costruisce un paio di occasioni ma fa cilecca tra imprecisione nel tiro e anche per colpa della sfortuna. E’ serata, non si può avere tutto. Brividi per l’infortunio di Martinelli e il gigante si toglie a fascia di capitano e lascia il campo. Eppure nel finale i giallorossi hanno tentato di suonare per la settima sinfonia in una notte fredda. Peccato ma senza recriminare o cercare il pelo nell’uovo.


POTENZA vs CATANZARO: 0-0 finale. Le Aquile interrompono la scia di vittorie

Banner

Squadra da sei e mezzo quella giallorossa in una serata in cui oltre al freddo, al c
ampo sintetico, anche la stanchezza ancora nelle gambe (e non nella testa perché non c’è stato cali di tensione) dopo l’impresa di Taranto ha fatto il gioco del…Potenza. Chiusa la parentesi ora tutti a ritemprarsi e riprendere la scalata. I giallorossi e il loro maestro (Vivarini) sanno dove devono arrivare.

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner