Il Movimento forense di Crotone presenta un progetto contro il cyber bullismo

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images  Il Movimento forense di Crotone presenta un progetto contro il cyber bullismo
Iniziativa sul cyberbullismo
  17 ottobre 2019 19:31

 Il Movimento forense di Crotone, in collaborazione con il Corecom Calabria  presenta  il 21 ottobre alle ore 16:30, presso la sala consiliare, nello storico Comune di Santa Severina una nuova iniziativa.   

Con il convegno di inaugurazione verrà avviato un importante campagna di prevenzione destinato ad alcune scuole nella provincia sull’educazione al web. “Zerobullismo usare il web senza subirlo” è il titolo del progetto. Si tratta di incontri con giovani studenti della scuola primaria e secondaria che saranno tenuti da esperti del settore nei quali verranno spiegate le tecniche di prevenzione dei fenomeni distorsivi della rete, dal cyberbullismo, alla ludopatia alle fake news.

Banner

"E’ la prima volta - afferma con soddisfazione il presidente del Movimento Forense, l'avvocato Salvatore Rocca - che  saranno coinvolti oltre 20 avvocati, che relazioneranno sul progetto, coinvolgeranno per oltre 80 ore di studio, insegnati, studenti e genitori. Il mio personale plauso,  va sicuramente al Corecom Calabria che ha sposato il progetto e che attraverso i suoi esperti ed in particolare l’avvocato Santacroce Frank Mario, che per conto del Corecom Calabria parteciperà agli incontri". 

Banner

"Il cyber bullismo - spiega ancora  l'avvocato Rocca -   è caratterizzato da azioni violente e intimidatorie esercitate da un bullo, o un gruppo di bulli, su una vittima. Le azioni possono riguardare molestie verbali, aggressioni fisiche, persecuzioni, generalmente attuate in ambiente scolastico. Oggi la tecnologia consente ai bulli di infiltrarsi nelle case delle vittime, di materializzarsi in ogni momento della loro vita, perseguitandole con messaggi, immagini, video offensivi inviati tramite smartphone o pubblicati sui siti web tramite Internet. Il bullismo diventa quindi cyberbullismo. Il cyberbullismo definisce un insieme di azioni aggressive e intenzionali, di una singola persona o di un gruppo, realizzate mediante strumenti elettronici (sms, mms, foto, video, email, chatt rooms, istant messaging, siti web, telefonate), il cui obiettivo e quello di provocare danni ad un coetaneo incapace di difendersi".

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner