"La buona politica parte dalla Cultura". Mario Caligiuri racconta il suo libro "Calabria Anima Mundi" (VIDEO)

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images "La buona politica parte dalla Cultura". Mario Caligiuri racconta il suo libro "Calabria Anima Mundi" (VIDEO)
Mario Caligiuri
  17 ottobre 2019 12:14

di PAOLO CRISTOFARO

"Non ci può essere una buona politica senza partire dalla Cultura". E' sostanzialmente questo il senso del libro "Calabria Anima Mundi" (Ferrari Editore) di Mario Caligiuri, che vanta la prefazione di Vittorio Sgarbi. Caligiuri è stato assessore regionale alla Cultura (dal 2010 al 2014), sindaco di Soveria Mannelli ed è docente universitario all'Unical, dove dirige anche il Master in Intelligence.  Il volume racconta momenti, luoghi, arte, storia, esperienze ed emozioni che l'autore ha collezionato durante il suo mandato da assessore regionale, racchiudendole in un libro - ricchissimo d'immagini, tanto da sembrare un catalogo d'arte - che racconta la Calabria bella, l'altro volto di una terra troppo spesso trascurata.

Banner

"Sono certo che l'idea di cultura sostenuta da Mario Caligiuri, così come traspare dalle pagine che seguono, sia radicalmente diversa da quella espressa oggi dalle istituzioni politiche" ha scritto Sgarbi in prefazione. E l'autore stesso, nella nota introduttiva, ha asserito che: "Gli scritti raccolto in questo volume dimostrano un tentativo: quello di porre la cultura al centro della vita dei calabresi." Scoprire e leggere "Calabria anima mundi" - la cui immagine di copertina raffigura un gioiello appositamente disegnato dal maestro Gerardo Sacco - significa dunque scoprire soprattutto l'esperienza di un uomo, di un politico sui generis, che ha cercato di portare il cambiamento in Calabria partendo dalla Cultura, ma significa anche scoprire una parte di tutti noi.

Banner

Banner

Tra le pagine si legge infatti dell'ultimo cinematografo di Calabria, Imineo, del cibo e delle antiche credenze di Pitagora, dell'Arazzo di Gerace e del Festival di Tropea, del maestro Muti che ha unito i bambini calabresi, del cavaliere Mattia Preti, di Calabria Jones, del tesoro di Alarico, delle Abbazie in Calabria e di molto altro ancora.  E poi si parla di una regione, delle sue caratteristiche, del vento che la accarezza, "come elemento divino, che spazza i temporali e chiarisce le menti, che muove le nuvole e avvolge le cime [...] un grande vento in un territorio di emergenza, dove, come per magia, tutto diventa possibile". Un vento che può essere anche vento di cambiamento. "Ma il cambiamento possiamo farlo o subirlo. La Cultura è consapevolezza, di sé e degli altri. Ci aiuta a non subirlo" spiega Mario Caligiuri.

 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner