La Calabria evita la zona arancione: Terapie intensive sotto soglia critica

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images La Calabria evita la zona arancione: Terapie intensive sotto soglia critica

  14 gennaio 2022 18:15

di GABRIELE RUBINO

La Calabria evita per un'altra settimana la zona arancione. A cambiare colore sono la Campania che passa in giallo e la Valle d'Aosta che cambia in arancione. Le misure saranno in vigore da lunedì prossimo.

Banner

Come anticipato ieri (LEGGI QUI), la Calabria è riuscita ad evitare il cambio di fascia poiché nella giornata di ieri (giovedì è il giorno in cui vengono estrapolati gli indicatori decisionali) il tasso di occupazione delle Terapie intensive è sceso sotto la soglia critica del 20% (al 17,5%). Mentre nei due giorni antecedenti il numero dei ricoveri l'aveva fatta superare. Nella giornata di oggi si è registrato un ulteriore calo di due unità.

Banner

Se sulle Rianimazioni gli ospedali calabresi respirano, più difficile è la situazione nei reparti di area medica dove il tasso di occupazione è superiore al 38%, ossia più vicino alla zona rossa che all'arancione. 

Banner

Intanto il presidente Occhiuto, nel corso di un'intervista a Sky Tg 24, si è detto favorevole all'eventuale cambio di calcolo dei ricoverati in ospedale: "E' logicamente condivisibile il fatto che gli ammalati di Covid presenti in ospedale, se ricoverati non a causa del virus ma per altre ragioni, non vengano computati nel bollettino giornaliero. Tuttavia questo non risolve il problema della pressione sulla rete ospedaliera".

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner