Liber@estate 2019, l'ultimo atto della rassegna letteraria con i libri di Talarico e Pungitore

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Liber@estate 2019, l'ultimo atto della rassegna letteraria con i libri di Talarico e Pungitore

  27 agosto 2019 23:34

di FRANCESCO IULIANO

È tempo di bilanci per  la quinta edizione di Liber@estate 2019 – Incontri d’autore,  che chiude il ciclo degli incontri con un doppio appuntamento.

Banner

Una rassegna culturale  itinerante, organizzata dai Comuni di Borgia e di Stalettì in collaborazione con la Fondazione Vincenzo Scoppa, che ha toccato le piazze di alcuni centri turistici della costa ionico catanzarese. La rassegna letteraria, ideata e curata dal presidente della Fondazione,  Sandro Scoppa  con la direzione artistica della giornalista e scrittrice Daniela Rabia, ha incontrato scrittori calabresi che hanno raccontato  storie, odori, sapori di una terra  antica e ricca di storia come la Calabria. Un programma intenso e  appassionante portato avanti per due mesi, che ha visto la partecipazione di scrittori come Mimmo GangemiSanto GioffrèGioacchino CriacoDomenico DaraNicola FioritaErcole Giap Parini,  Daniela Rabia, Olimpio Talarico, Francesco Pungitore e Filippo Veltri.

Banner

All’incontro di questo pomeriggio, allestito sulla terrazza della Rotonda di Copanello, hanno partecipato, moderati e presentati da  Sandro Scoppa, il responsabile stampa e comunicazione di Liber@estate, Saverio Fontana, gli autori Olimpio Talarico e Francesco Pungitore - che hanno presentato i lavori “Amori regalati” e “Il mago di Nardodipace”,  il vicesindaco di Stalettì, Rosario Mirarchi e la presidente dell’Arca, Giovanna Vecchio.

Banner

«Con questa rassegna – ha commentato Sandro Scoppa – abbiamo fatto conoscere una terra di eccellenze. Abbiamo raccontato una Calabria che c’è e no una Calabria che vorremmo. La Calabria non è solo un territorio straordinario ma è una regione fatta di gente che eccelle qui da noi e che eccelle anche fuori dai confini regionali».

Un incontro che ha preceduto la serata che celebrerà la consegna del Premio internazionale  Liber@mente 2019, in programma alle 21,30 di venerdì 30 agosto prossimo, sempre sulla terrazza della Rotonda di Copanello.

Per Rosario Mirarchi, «è stato importante sostenere questa iniziativa e tornare a parlare di cultura soprattutto in un luogo dove il politico e letterato Flavio Magno Aurelio Cassiodoro, camminava per riordinare le idee». A Daniela Rabia, infine, il compito di avviare il dialogo con gli autori, non prima di aver raccontato le emozioni e le difficoltà vissute nel corso della rassegna. «Non è stato facile selezionare dieci autori perché in Calabria, in questo momento, per fortuna, si sta vivendo una stagione positiva per la letteratura. Una narrazione varia che ci ha fatto conoscere autori  di Palmi, dell’Aspromonte, dell’hinterland catanzarese. Siamo riusciti a mettere in piedi una bellissima rassegna che ha dato uno spaccato della nostra società. Ci sono stati autori che abbiamo dovuto tagliare che sono sicura  riusciremo a dare spazio nella prossima edizione». La serata è proseguita con la presentazione, l’analisi e il dialogo con gli autori dei due volumi.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner