Mafia Capitale, si consegna il braccio destro di Carminati: “Parlerò solo con Gratteri”

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Mafia Capitale, si consegna il braccio destro di Carminati: “Parlerò solo con Gratteri”
Nicola Gratteri e Fabio Guerenzi
  03 settembre 2019 22:38

di EDOARDO CORASANITI

“Mi sto consegnando al Questore di Roma e parlerò del mandante dell'omicidio di Fabrizio Piscitelli e di tanto tanto altro, ma solo con il dottor Gratteri”. 

Banner

Volto coperto, arma nella mano destra, seduto su una sedia: Fabio Gaudenzi è il braccio destro di Massimo Carminati. Entrambi sono condannati per i fatti emersi con l’indagine Mondo di mezzo (o Roma Capitale). Entrambi sono fascisti, dichiarati e fieri camerati di un sentimento che negli anni li ha portati alla guerra armata. 

Banner

Oggi il video shock su YouTube in cui ammette di sapere chi ha ucciso Fabrizio Piscitelli, il capo ultrà della Lazio conosciuto come Diabolik e freddato lo scorso 7 agosto. 

Banner

Si arrende alla Polizia perché “ormai è rimasto solo”, ma ad una condizione: parlare con Nicola Gratteri, procuratore di Catanzaro. Il motivo è chiaro: “Questa è vera mafia”. 

Gaudenzi è stato arrestato a Roma per possesso di armi da guerra e verrà sentito dai magistrati della Dda di Roma.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner