Monitoraggio. In Calabria stabile l'incidenza dei positivi, aumenta la pressione sui reparti di area medica

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Monitoraggio. In Calabria stabile l'incidenza dei positivi, aumenta la pressione sui reparti di area medica

  05 agosto 2021 20:45

di GABRIELE RUBINO

Stabile l'incidenza settimanale dei nuovi casi, in aumento il tasso di occupazione dei posti letto in area medica e ancora sotto controllo le terapie intensive. Saranno questi i principali indicatori con cui la Calabria domani si presenterà al consueto monitoraggio settimanale del venerdì da parte dell'Istituto Superiore di Sanità e della Cabina di Regia. Numeri che confermeranno la Calabria in zona bianca, anche se bisogna tenere d'occhio i ricoveri delle aree non critiche. 

Banner

Come detto, l'incidenza è stazionaria. Nella settimana precedente si era attesta a 45,9 casi per 100 mila abitanti, lo stesso valore si conferma per la settimana dal 30 luglio al 5 agosto. I casi totali sono stati 861. Per superare la soglia dei 50 casi per 100 mila non si deve sfondare il muro dei 940 casi settimanali. 

Banner

L'incidenza, a seguito del Dl del 23 luglio, è tuttavia diventata un indicatore residuale rispetto alla pressione ospedaliera. In questo caso, salvo modifiche, i dati utilizzati sono quelli in possesso del ministero della Salute della giornata di martedì della settimana di riferimento (già anticipati da La Nuova Calabria LEGGI QUI).

Banner

La percentuale di occupazione dei posti letto di area medica (martedì 3 agosto) risultava pari al 9,2%, in netta crescita rispetto al 6,6% della settimana precedente. Il tasso di occupazione delle Terapie intensive era di poco inferiore al 3%, lo 0,3% in meno rispetto al precedente monitoraggio. In questo caso, la soglia da non travalicare è quella del 10%, sostanzialmente 17 ricoveri nelle Rianimazioni calabresi a fronte dei 169 posti letto censiti. Più preoccupante la situazione nei reparti di area medica dove il tetto massimo è invece del 15%, ossia 117 degenti Covid sugli attuali 778 posti letto. E' importante notare che la pressione ospedaliera dipende appunto dal rapporto fra ricoveri e posti letto, quindi la situazione potrebbe peggiorare pur se non aumentano i degenti con una contrazione dei posti letto attivi. Al momento, stando all'ultima rilevazione Agenas di oggi 5 agosto, i tassi sono al 9,62% per i reparti di area medica e al 2,96% per le Terapie intensive.   

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner