Parenti, i cittadini bloccano la Provinciale: "La sanità è un rebus e la strada un enigma"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Parenti, i cittadini bloccano la Provinciale: "La sanità è un rebus e la strada un enigma"

A dare inizio alla protesta è stato un episodio accaduto ad una bimba di Parenti "che una volta arrivata all’ospedale "Annunziata " - hanno spiegato - si è sentita dire 'Siete arrivati tardi'"

  22 luglio 2022 14:42

Questa mattina  i cittadini di Parenti e zone limitrofe si sono dati appuntamento sul tratto della Provinciale 242 Rogliano-Bocca di Piazza considerato che  dopo due anni e mezzo a causa di una frana è ancora pericoloso.

Banner

Banner

Banner

"Questa strada  - spiegano - è stata sistemata alla meno peggio - per non parlare della sanità: da Parenti per raggiungere un presidio di primo soccorso si è obbligati ad arrivare a Cosenza: minimo un’ora di viaggio su una strada piena di buche e di punti pericolanti".

A dare inizio alla protesta è stato un episodio accaduto ad una bimba di Parenti "che una volta arrivata all’ospedale "Annunziata "si è sentita dire “Siete arrivati tardi”… fortunatamente adesso la bimba sta bene ma la mamma Stefania Abate non si è fermata e ha iniziato una lotta, insieme ai cittadini di Parenti, per ottenere la riapertura almeno del punto di primo soccorso a Rogliano  perché è impensabile che per l’incuria della nostra classe politica ci ritroviamo ad avere una strada in condizioni pessime e a dover aspettare almeno un’ora prima di raggiungere il pronto soccorso".

E così stamattina i cittadini hanno chiesto a gran voce la sistemazione della Sp 242 e la riapertura del presidio ospedaliero di Rogliano o almeno la presenza costante di un’ambulanza sul territorio di Parenti.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner