spot popup

Scuola/Aule aperte per la maturità. Piscitelli (Usr Calabria) rassicura: "Tante perplessità. Ma stiamo lavorando" (DOCUMENTI SCARICABILI IN PDF)

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Scuola/Aule aperte per la maturità. Piscitelli (Usr Calabria) rassicura: "Tante perplessità. Ma stiamo lavorando" (DOCUMENTI SCARICABILI IN PDF)
Maurizio Piscitelli, vicedirettore generale e coordinatore dei dirigenti tecnici dell’USR Calabria
  21 maggio 2020 12:04

di GIOVANNA BERGANTIN

Che questo fosse un anno “speciale” per gli Studenti che chiudono con la scuola superiore nel 2020 si era capito, non avevamo, invece, ancora ben capito come si sarebbero svolti in realtà gli esami per i nostri 500 mila Studenti delle quinte classi superiori della scuola italiana. Adesso possiamo parlare di esame di maturità in maniera più concreta. Partiamo con l’ordinanza del 16 maggio del Ministero dell’Istruzione che definisce molte questioni ancora sospese.

Confermata la sola prova orale in presenza. Si parte dal 17 giugno alle 8.30, dopo le procedure di ammissione da parte dei Consigli di Classe con un calendario di convocazione scaglionato per evitare momenti di assembramento, come indicato nel documento tecnico Scientifico sulle misure di prevenzione e protezione. La Commissione, una ogni due classi, è composta da sei docenti/commissari  interni e un Presidente esterno alla scuola. I presidenti saranno nominati dagli Uffici scolastici regionali, i commissari dai consigli di classe. Nella composizione della Commissione si terrà conto dell’equilibrio fra le varie discipline di ciascun indirizzo. In ogni caso, sarà assicurata la presenza del commissario di Italiano e di uno o più commissari che insegnano le discipline di indirizzo. Per i candidati esterni, è invece prevista, con inizio il 10 luglio, una sessione in presenza per gli esami di idoneità, quindi dopo le operazioni per gli Studenti interni. I candidati esterni ammessi agli esami, li sosterranno, si suppone con la stessa Commissione, nella sessione suppletiva di settembre.

Per le Misure di sicurezza di prevenzione e protezione bisogna riferirsi al Documento predisposto dal Comitato tecnico-scientifico condiviso nel Protocollo d’Intesa con le Organizzazioni Sindacali. Il primo Documento fissa quali devono essere le misure di pulizia e igienizzazione dei locali utilizzati dalle Commissioni. Le Misure organizzative riguardano la procedura di autocertificazione dei componenti la Commissione e degli Studenti con un accompagnatore, la segnaletica e il rispetto delle misure di distanziamento, l’areazione dei locali, mascherine chirurgiche e prodotti igienizzanti in ingresso come dispositivi. Un ambiente viene, poi, riservato ad eventuali casi sintomatici.

Per consentire di attuare parte delle disposizioni, il Ministero ha stipulato una Convenzione con la Croce Rossa Italiana che sarà di supporto alle Scuole nel periodo degli Esami. La dott.ssa Giovanna Boda, capo Dipartimento per le risorse umane, finanziarie e strumentali, nonché coordinatore per la Task Force per le emergenze educative del Ministero dell’Istruzione, ha siglato i sette articoli dell’intesa che attiva la rete nazionale della CRI con i suoi comitati territoriali e che riguardano azioni di formazione del personale scolastico e un servizio di help desk telefonico con i medici dell’Associazione; vengono assicurati, inoltre, una  rappresentanza CRI al tavolo nazionale permanente e al tavolo regionale coordinato dagli Uffici Scolastici ed un supporto alle singole istituzioni scolastiche sede degli esami di stato, attivabile su richiesta.  

Con il Protocollo d’Intesa con le OO.SS. si è concordato:

- l’attivazione dal 28 maggio del numero verde 800903080, dal lunedì al sabato, dalle 9:00 alle 13:00 e dalle 14:00 alle 18:00, con funzioni di front office, per quesiti e segnalazioni, assistenza e supporto sulle misure di sicurezza e di carattere amministrativo;

- un Tavolo nazionale permanente e uno regionale istituito dagli UU.SS.RR., con funzioni di verifica e monitoraggio dell’attuazione delle procedure del Documento tecnico scientifico e la presenza del personale CRI presso le istituzioni scolastiche.

Come procedono al riguardo i lavori in Calabria, anche in riferimento alle domande per presidente di Commissione? Lo abbiamo chiesto a Maurizio Piscitelli, Vicedirettore generale dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Calabria e  Coordinatore dei Dirigenti Tecnici, preposti  alle attività di vigilanza e supporto per gli Esami di Stato.

“Proprio in questo momento siamo in riunione telematica tutti i coordinatori regionali degli ispettori – dichiara il dott. Piscitelli - Le perplessità sono tante, le questioni sul tavolo gravose e complesse. Mi piace ricordare un'espressione a me cara: gli esami di Stato sono una nave che immancabilmente parte e arriva a destinazione. Alcune tappe non sono ancora ben chiare, all'orizzonte appaiono nubi minacciose, ma abbiamo una certezza che nasce dall'esperienza: la nave arriverà in porto. Come si augurano i naviganti: mare calmo e vento in poppa!”. In merito alle istanze per Presidenti di Commissione? "L’Ufficio ci sta lavorando", assicura.

ECCO I DOCUMENTI SCARICABILI IN PDF

  1. Ordinanza 16 maggio 2020
  2. Documento-tecnico-esami-di-stato-scuola-superiore-2019-2020 CON AUTOCERTIFICAZIONE
  3. Convenzione-CRI-M.I.-supporto-istituzioni-scolastiche-esami-di-stato-2019-2020
  4. Protocollo-intesa-M.I. - SINDACATI-scuola-linee operative regolare-svolgimento-esami-di-stato-2019-2020