Raddoppio via Carlo V, dopo la risoluzione del contratto con la ditta finanziamento a rischio: il Comune prova a salvarlo

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Raddoppio via Carlo V, dopo la risoluzione del contratto con la ditta finanziamento a rischio: il Comune prova a salvarlo

  31 gennaio 2022 17:28

Dopo la risoluzione del contratto con la ditta che doveva svolgere i lavori per il raddoppio di Via Carlo V a Catanzaro, le commissioni Lavori pubblici e Urbanistica hanno sentito il dirigente Giovanni Laganà. Dalla riunione è emerso che: “l’amministrazione ha proceduto a risolvere il contratto in danno dell’appaltatore a causa di gravi ritardi e irregolarità. Ritenendo l’opera di prioritaria importanza, il sindaco Abramo ha chiesto alla Regione Calabria di poter salvaguardare il finanziamento, di circa due milioni di euro, e concedere una proroga dei termini per tutto l’iter, così da procedere con una nuova gara”. Dunque come anticipato da La Nuova Calabria (LEGGI QUI) non solo c'è stato l'epilogo contrattuale con l'aggiudicataria ma lo stesso finanziamento è a rischio.

Si è inoltre parlato della riqualificazione dell’immobile ex scuola Maddalena e dei lavori di completamento del Porto. Questi gli argomenti al centro della riunione congiunta delle commissioni urbanistica e lavori pubblici, presiedute da Giuseppe Pisano e Eugenio Riccio, a cui hanno preso parte i dirigenti dei settori grandi opere, Giovanni Laganà, e avvocatura, Saverio Molica.

Banner

SCUOLA MADDALENA- “Riguardo al progetto che interessa l’ex Maddalena – sottolinea Pisano – si è preso atto che è stato definito il progetto di fattibilità tecnico-economica sulla scorta del quale verrà eseguito il complesso intervento di ristrutturazione dell’edificio. E’ stato ribadito che lo stesso non è sottoposto ad alcun vincolo dal punto di vista artistico e culturale, come specificato da tempo dalla Soprintendenza. Da parte delle commissioni, c’è tutta la volontà di aprire un confronto costruttivo e propositivo con le associazioni che hanno espresso dei dubbi sull’opera, nel rispetto delle loro legittime posizioni”.

Banner

CAPITOLO PORTO- Infine, riguardo al capitolo Porto, le commissioni hanno avuto la conferma dalle parti tecniche che “è in corso l’interlocuzione con il Ministero al fine di integrare la documentazione richiesta e pronta per l’invio una volta che sarà completata la seconda fase di confronto con la commissione Valutazione impatto ambientale”. A margine dell’incontro, i componenti delle commissioni hanno richiesto al dirigente Laganà di aggiornare il cronoprogramma sui prossimi interventi inseriti in Agenda Urbana e sulle misure previste nell’ambito del PNRR per la città di Catanzaro.

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner