Regionali. Oliverio: "Sono scomodo. Mi candido per contrastare gruppi di potere"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Regionali. Oliverio: "Sono scomodo. Mi candido per contrastare gruppi di potere"

  27 ottobre 2019 16:56

"Se non ci fosse in gioco il futuro di questa terra, se non ci fossero presenze e gruppi di potere che vogliono la sua involuzione, non avrei esitato a tirarmi indietro. E non perché me lo imponeva Zingaretti. Sono "scomodo" perché in questi anni ho rotto le consuetudini della gestione del potere in Calabria". Il governatore Mario Oliverio rivendica la sua candidatura, anche contro il Pd, durante la presentazione del libro di Michele Drosi, che è una biografia "presidenziale".

"Le alleanze si decidono sui territori. Chi pensa di utilizzare la Calabria come merce di scambio politico ha una grave responsabilità. Questa attesa creata sul voto in Umbria- ha proseguito Oliverio in un post su Facebook- è la chiara espressione di una visione distorta, di una statura politica al di sotto di quella che meritano i cittadini. Cosa c'entra l'Umbria con la Calabria e col Governo Nazionale?".

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner