Rende. Incendi, Innova: "Serve maggiore prevenzione, pulizia e manutenzione del territorio"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Rende. Incendi, Innova: "Serve maggiore prevenzione, pulizia e manutenzione del territorio"

  02 agosto 2021 18:37

 
È dai primi giorni di Maggio che a Rende, come ogni anno, avevamo avuto i primi problemi e le prime avvisaglie, tanto che ad inizio luglio, il gruppo consiliare di Innova Rende, tramite il suo Capogruppo Michele Morrone,  aveva segnalato, all'Amministrazione Comunale, situazioni di rischio incendi sul territorio rendese.
 
"Le nostre preoccupazioni, purtroppo, si sono dimostrate fondate ed a farne le spese è stato il nostro meraviglioso Borgo Antico e la storica pizzeria l'Arco, una delle colonne portanti del cuore antico di Rende. -scrive il gruppo di Innova Rende-
 
Per prima cosa esprimiamo solidarietà e vicinanza al proprietario dell'immobile Salvatore Loizzo, alle famiglie coinvolte, al gestore ed a tutti i lavoratori dell’attività, altresì, auspichiamo che le Istituzioni supportino concretamente in tutti modi possibili la rinascita e la ripartenza dell'Arco. 
 
Tuttavia, rimane il rammarico per una tragedia sfiorata e che poteva essere tranquillamente evitata, attraverso un'opera ordinaria di manutenzione e di pulizia del territorio, e di maggiore supporto,  per il periodo estivo, ai vigili del fuoco".
 
"Sono giorni che, come avviene durante i mesi estivi, spesso ma non solo con la complicità del caldo, la situazione incendi non sembra essere sotto controllo. -continua la nota a firma di Innova Rende-  
 
Il nostro è un territorio vasto e ricco di vegetazione, ciò comporta un alto pericolo di incendi nei terreni incolti o abbandonati con conseguente grave rischio per l'incolumità delle persone e dei beni, come accaduto proprio ieri a Rende Paese. 
 
Per cui ribadiamo, nuovamente, la necessità impellente di un'opera di prevenzione, di maggior controllo, nonché di vietare tutte quelle azioni che possano costituire pericolo di incendi".
 
"Suggeriamo al sindaco ed all'assessore delegato alla protezione civile di vigilare di più e meglio, attuando un vero e proprio piano di prevenzione e pulizia del territorio. -conclude-
 
È necessario, inoltre, far rispettare le regole e, ove i proprietari di tali terreni non adempiono alla normativa in materia, bisogna effettuare coattivamente le pulizie da parte della Rende Servizi, stesso discorso vale per i tanti terreni comunali spesso preda, anch'essi, dell'incuria e della vegetazione selvaggia".
 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner