Rende, prosegue la campagna antidroga dei carabinieri: una denuncia e sette segnalazioni

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Rende, prosegue la campagna antidroga dei carabinieri: una denuncia e sette segnalazioni

  18 febbraio 2022 09:41

Proseguono, senza sosta, i servizi di prevenzione predisposti dalla Compagnia Carabinieri di Rende finalizzati al controllo del territorio e alla repressione dei fenomeni criminosi.

Nel corso degli stessi, i militari della Stazione di Bisignano (Cosenza) hanno sorpreso un giovane di 25 anni, in possesso di 32,5 grammi di sostanza stupefacente del tipo “marijuana”. Durante la perquisizione domiciliare non solo è stato possibile rinvenire anche il materiale per il confezionamento e la pesatura della droga, sottoposta a sequestro, ma sono stati trovate n. 18 (diciotto) cartucce calibro 16 illegalmente detenute. Per tali motivi il predetto è stato deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Cosenza per “detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti” e per “detenzione abusiva di munizioni”.

Banner

Al riguardo, si comunica, nel rispetto dei diritti dell’indagato  che lo stesso è da ritenersi presunto innocente in considerazione dell’attuale fase del procedimento fino ad un definitivo accertamento di colpevolezza con sentenza irrevocabile, al fine di garantire il diritto di cronaca costituzionalmente garantito.

Banner

Altre sette persone invece tutte d’età compresa tra 16 e 40 annisono stati segnalati alla Prefettura di Cosenza, quali “assuntori di sostanze stupefacenti” poiché, a seguito di perquisizione personale, sono state sorprese in possesso complessivamente di 13 grammi di sostanza stupefacente tra “marijuana” e “cocaina” sottoposti a sequestro.

Banner

Proseguirà nei prossimi giorni, la campagna di intensificazione dei controlli disposta dalla Compagnia Carabinieri di Rende per un deciso richiamo alla responsabilità e al rispetto delle regole adottate a tutela dell’incolumità e della salute pubblica e volti ad assicurare e prevenire ogni fenomeno di illegalità.

 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner