"Riaprire gli impianti sciistici di Lorica". Guccione chiede ad Oliverio un impegno concreto per la struttura turistica

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images "Riaprire gli impianti sciistici di Lorica". Guccione chiede ad Oliverio un impegno concreto per la struttura turistica
Carlo Guccione
  30 ottobre 2019 16:27

 "Visto l'ormai imminente avvio della stagione invernale e sciistica, quali iniziative urgenti si intende adottare affinché possano essere riaperti, così come
è avvenuto lo scorso anno, i nuovi impianti di risalita di Lorica. L'obiettivo è quello di consentire la riapertura degli impianti, in affidamento provvisorio, per l'otto dicembre".

È quanto sostiene il consigliere regionale Carlo Guccione che sulla questione ha presentato un'interrogazione al presidente della Giunta regionale Mario Oliverio. "Nel 2018 una convenzione transitoria tra Regione, Ferrovie della Calabria e Arsac - afferma Guccione - ha permesso l'apertura dell'impianto sciistico di Lorica-Cavaliere per un periodo non superiore a un anno. Una volta scaduta la convenzione nessuno si è occupato della  manutenzione ordinaria e straordinaria, gli impianti a fune di Lorica sono nuovamente chiusi e ad oggi non c'è ancora alcuna data certa per la apertura. Tra l'altro la riapertura degli impianti di risalita di Lorica-Cavaliere è stato oggetto di una manifestazione di interesse da parte del Comune di Casali del Manco che non ha avuto nessun esito. Al momento nessuna impresa privata si è resa disponibile a gestire l'impianto per la prossima stagione invernale". "Nei giorni scorsi la Filt Cgil e la Camera del Lavoro di Cosenza - ha sottolineato Guccione - hanno promosso a Lorica, un incontro per discutere della necessità di riaprire gli impianti di risalita di Lorica-Cavaliere".

Banner

"Non c'è altro tempo da perdere. Bisogna lavorare e velocizzare le procedure per rilanciare l'economia del settore. Lorica è uno dei punti di forza per
incrementare il turismo invernale, una risorsa da tutelare e promuovere al meglio per fare in modo che la Sila torni ad essere una meta attrattiva per gli appassionati dello sci. E non solo". 

Banner

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner