Rinascita Scott, colpo di scena dalla Cassazione: “Rivedere la ricusazione dei giudici”

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Rinascita Scott, colpo di scena dalla Cassazione: “Rivedere la ricusazione dei giudici”
Aula bunker a Lamezia Terme

La palla ritorna alla Corte d’Appello dì Catanzaro

  12 gennaio 2022 19:42

La Corte di Cassazione (Prima Sezione Penale) all'udienza del 12 gennaio ha accolto il ricorso proposto dagli avvocati Francesco Sabatino e Daniela Garisto, difensori del boss Giuseppe Antonio Accorinti, imputato nel processo Rinascita che si sta celebrando presso l'Aula Bunker di Lamezia Terme e che registra oltre 300 imputati. Alla sbarra le cosche del Vibonese guidate dal boss Luigi Mancuso. 

I giudici della Suprema Corte hanno annullato l'ordinanza della Corte d'Appello di Catanzaro (disponendo un nuovo giudizio di rinvio) con la quale era stata respinta la dichiarazione di ricusazione dei Giudici Brigida Cavasino e Romano (che compongono il collegio).

Banner

 

Rinascita Scott. "Nemea stabilisce l'unitarietà della 'Ndrangheta e il suo capo". Gli avvocati chiedono l'astensione di due giudici

Banner

La difesa ha basato la richiesta sul presupposto che i giudici già in precedenza avessero pronunciato la sentenza nel Processo Nemea-Rinascita a carico della cosca Soriano, dove veniva delineata la figura del boss Accorinti ritenuto a capo di un gruppo contrapposto ai Soriano.

Banner

A questo punto sarà necessaria una nuova decisione da parte dei Giudici d'Appello che potrebbe incidere in maniera significativa sul prosieguo del processo.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner