Si è conclusa all'Unical la giornata mondiale che celebra le Donne nella Matematica

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Si è conclusa all'Unical la giornata mondiale che celebra le Donne nella Matematica

  13 maggio 2022 10:42

Conclusa all’UNICAL la giornata mondiale che celebra le Donne nella Matematica. "Non vogliono subire alcun limite. Mirano, anzi, ad essere artefici del loro futuro che affrontano con grinta e determinazione". A lanciare questa sfida chiara e decisa a tutte quelle donne che ancora nutrono qualche dubbio, ci ha pensato una variegata schiera di studentesse e studenti, dalla scuola primaria all’Università- tutti col pallino per la matematica- che stamattina hanno invaso il Campus dell’Università della Calabria e riempito l’auditorium dell’Aula intitolata a “B. Andreatta”.

Banner

Banner

Una giornata celebrativa ricca di emozioni per ricordare i talenti femminili nella matematica, ma soprattutto una armonia di voci e un bel colpo d’occhio con l’aula Magna piena di ragazze e ragazzi provenienti da tutta la Regione, pronti ad esprimere il loro interesse verso la matematica. Ad accogliere il giovane pubblico il saluto, in collegamento, della ministra Elena Bonetti, in  veste di matematica, e di Giuseppina Princi, vice presidente della Giunta Regionale con delega all'Istruzione, Università e Ricerca; quindi, dal vivo, gli interventi dei docenti dell’Unical Gianluigi Greco, coordinatore del dipartimento di Matematica e Informatica, Francesco Scarcello e Gennaro Infante. Grazie alla direzione della prof. Annamaria Canino, del dipartimento di Matematica e Informatica, la mattinata è stata ricca di interventi qualificati.

Banner

 

Poi, sul palco si sono susseguite le vivaci testimonianze portate da studentesse delle superiori e dell’Università, tutte accomunate dall’amore per i numeri. Preziose attestazioni di giovanissime che con spontaneità hanno voluto portare le loro esperienze e anche raccontare la tenacia con cui hanno perseguito i risultati. “Ho cominciato ad amare la matematica perché mi ha permesso di risolvere da sola i problemi, senza limiti” dice una studentessa del Polo Tecnico Scientifico “Brutium” di Cosenza. “Mi sono meravigliata di vedere che la medaglia Fields assegnata ogni 4 anni ai migliori matematici, istituita nel 1936, solo nel 2014 sia stata assegnata alla matematica iraniana Maryam Mirzakhani, la prima volta ad una donna”, osserva una studentessa del Liceo di Soverato.

“La matematica è base per molte attività, io studio informatica e sono molto interessato a questa scienza” accorda uno studente dell’Itis “Scalfaro” di Catanzaro, d’accordo con i colleghi venuti in forza dal Liceo Scientifico di  Cittanova e tanti altri ancora.  Incuriositi ed elettrizzati di partecipare, gli scolari della quinta classe primaria dell’I.C. di Montalto U. – Taverna, guidati dalla dirigente Gemma Faraco e dalle insegnanti Silvia Mazzeo e Maria Lucia Gelsomino. I piccoli geni della matematica, in rigoroso silenzio, nel cubo 30B hanno partecipato ad un laboratorio di matematica preparato con materiali montessoriani e condotto dalle prof. sse dell’Unical,  Annarosa Serpe e Emilia Florio.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner