Sospensione di Manna, l'avvocato e sindaco di Rende: la solidarietà delle Camere penali

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Sospensione di Manna, l'avvocato e sindaco di Rende: la solidarietà delle Camere penali
Il sindaco di Rende, Marcello Manna
  13 gennaio 2022 13:19

Le Camere penali della Calabria, in una nota congiunta, esprimono "piena e incondizionata solidarietà al collega avv. Marcello Manna per la vicenda processuale che lo vede coinvolto".

Manna, sindaco di Rende (Cosenza) e presidente di Anci Calabria, è stato interdetto dall'esercizio della professione forense per un anno - con sospensione della misura in attesa del definitivo pronunciamento della Cassazione - nell'ambito di una inchiesta della Procura di Salerno in cui è indagato per corruzione in atti giudiziari aggravata dal metodo mafioso.

Banner

Secondo l'accusa avrebbe consegnato a Marco Petrini, giudice ora sospeso della Corte d'Appello di Catanzaro una somma di denaro per fare assolvere un suo assistito. "Pur nel rispetto delle Istituzioni e della Giurisdizione - prosegue la nota del Coordinamento dei Presidenti delle Camere Penali calabresi - siamo certi che Marcello saprà dimostrare ben presto la sua totale estraneita` rispetto ad ogni accusa, auspicando che ciò possa avvenire nel rispetto delle regole e delle garanzie del giusto processo, in assenza di condizionamenti mediatici tipici di una subcultura illiberale che imperversa nel nostro Paese e sempre più proclive ad assimilare la figura dell'incolpato con quella del condannato. Come penalisti vigileremo affinché il processo all'avv. Manna non si trasformi in un attacco alla funzione difensiva che egli esercita da sempre con professionalità e correttezza. Con questa certezza ci auguriamo che la vicenda possa concludersi prontamente restituendo la serenita` ad un uomo che ha sempre lottato per l'affermazione dei principi del diritto di difesa".

Banner

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner