Sparatoria a Catanzaro, Stasi resta in carcere dopo l’interrogatorio: ha confessato e si è pentito

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Sparatoria a Catanzaro, Stasi resta in carcere dopo l’interrogatorio: ha confessato e si è pentito
Il Tribunale di Catanzaro
  31 dicembre 2021 20:04

di TERESA ALOI

Resta in carcere Giuseppe Stasi, 70 anni,  l'uomo che il 28 dicembre nel tardo pomeriggio, nella zona di Catanzaro Sala, ha sparato al trentaquattrenne Roberto Sarlo, raggiungendolo al collo e alla mandibola. A deciderlo è il gip di Catanzaro, che ha convalidato e confermato la misura del carcere dopo l’interrogatorio di garanzia in cui si è assunto la paternità dell’atto, si è detto ravveduto del gesto d’impeto determinato da provocazione. Ha manifestato la volontà di voler riparare il danno.  Stasi, difeso dall’avvocato Gianni Russano, non è gravato da precedenti penali.

Banner

Ha trovato, dunque, conferma  l'ipotesi degli investigatori della Polizia di Stato secondo cui a sparare contro la vittima sarebbe stato il padre dell'ex compagna di Sarlo che già nella tarda serata di ieri era stato portato in Questura per essere interrogato.

Banner

 

Banner

 

 

LEGGI ANCHE QUI. Tentato omicidio a Catanzaro, la vittima stava prendendo i figli a casa del suocero che gli ha sparato

LEGGI ANCHE QUI. Catanzaro, sparatoria a Sala: colpito un uomo. Non è in pericolo di vita

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner