Sposato (CGIL): "Non si risana la sanità calabrese sulla pelle dei lavoratori"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Sposato (CGIL): "Non si risana la sanità calabrese sulla pelle dei lavoratori"
Angelo Sposato
  13 settembre 2019 21:52

"Non si può risanare la sanità in Calabria sulla pelle dei lavoratori, come sta avvenendo per i lavoratori del Pugliese-Ciaccio e come presumibilmente accadrà per tutte le numerose vertenze aperte. Noi non ci stiamo".

L'annuncio è del segretario della Cgil Angelo Sposato. "Il Commissario Cotticelli proceda con i tagli agli sprechi, con la internalizzazione degli appalti e delle forniture che costano il doppio e convochi un tavolo con le parti sociali per il fabbisogno dell'intero sistema sanitario, sbloccando le assunzioni necessarie. Serve un intervento immediato del Governo per l'emergenza sanitaria calabrese e per mettere in legalità l'intero sistema". Ha scritto Sposato in un post pubblicato su Facebook.