Sul set per vincere la timidezza: Jessica Valeria Guardo racconta la sua passione per il cinema

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Sul set per vincere la timidezza: Jessica Valeria Guardo racconta la sua passione per il cinema
Jessica con Somma
  05 settembre 2019 17:26

di TERESA ALOI

Ammette di aver iniziato ad appassionarsi al mondo del cinema "per vincere la timidezza".  Per Jessica Valeria Guardo, 30 anni, catanzarese doc,  la recitazione è stata un antidoto per "mostrarsi agli altri" senza aver paura.

Banner

Reduce dal set di  "Angela ", la fiction diretta da Andrea Porporati con Vanessa Incontrada, Giuseppe Zeno e Sebastiano Somma, racconta della sua paura nel solo provare a "mettersi in gioco" "ma "ora posso dire di aver fatto la cosa più giusta. L'emozione di stare su un set,  l'adrenalina,  il cuore che batte forte ad ogni ciak, la paura di sbagliare,  sono un  mix di emozioni che proverei ogni giorno".

Banner

Dice di amare il cinema,  "amo interpretare tanti personaggi diversi, adoro trasmettere emozioni" spiega Jessica,  consapevole di aver ancora tanto da imparare. Per questo "continuerò a studiare recitazione e spero di riuscire a fare grandi cose in  futuro".  

Banner

Di cose tuttavia Jessica ne ha fatte. Il suo, infatti, è un passato ricco di esperienze. Aveva solo 15 anni quando si è affacciata al mondo dello spettacolo. Certo, prima è solo book fotografici, scatti per fotografi e riviste. Poi, nel 2005 è  finalista nazionale di Miss Mondo Italia, e quasi 10 anni dopo, nel 2014, il suo volto "sbarca" a Uomini e donne, il format televisivo  condotto da Maria De Filippi su Canale 5.  Era lì, per  corteggiare il tronista Spagnolo Jonas Berami. " Ho fatto un'esterna con lui in un locale orientale- ricorda -è stata una bellissima esperienza".  

Nel 2017  partecipa al film  "Un mondo migliore” scritto e diretto dal regista Pasquale Giordano  girato tra  Cirò Marina, Catanzaro e Crotone. Poi,  una figurazione speciale  in  Calibro 9 -  il  sequel di un noir-poliziesco cult degli anni ’70, “Milano Calibro 9” -   prodotto dalla Minerva Pictures per la regia di Toni D’Angelo, accanto a Marco Bocci. Il resto è storia di oggi. 

 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner