Tutela dell’ambiente marino, la Guardia Costiera di Corigliano Rossano intensifica l’attività di vigilanza sulle unità mercantili

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Tutela dell’ambiente marino, la Guardia Costiera di Corigliano Rossano intensifica l’attività di vigilanza sulle unità mercantili

  14 luglio 2022 16:43

Nell'ambito dell’espletamento dei propri compiti Istituzionali che coinvolgono l’area portuale, l’attività di salvaguardia della vita umana in mare e dell’ambiente marino, la Guardia costiera di Corigliano Calabro prosegue nei controlli anche attraverso la tutela della sicurezza della navigazione a bordo del naviglio mercantile scalante l’omonimo porto.

Nello specifico, personale con la qualifica di Port State Control Inspector, appartenente al Servizio Sicurezza della Navigazione e Portuale, ha espletato i controlli sia in materia di raccolta e conferimento dei rifiuti provenienti dalle navi e del carico sia in conformità alla Convenzione Internazionale Maritime Pollution (MARPOL ‘74), procedendo ad effettuate le verifiche atte a prevenire gli inquinamenti da idrocarburi, da acque di lavanda/nere e dell’aria provenienti dalle navi.

Banner

L’attività si è conclusa mediante il campionamento del combustibile di bordo, successivamente inviato al competente laboratorio chimico dell’Agenzia delle Dogane, al fine di verificarne la conformità della percentuale di zolfo in esso contenuta. 

Banner

Il porto di Corigliano Calabro, sede di Autorità di Sistema Portuale, è un porto polifunzionale, situato nel territorio del comune di Corigliano-Rossano, nell’areale denominato Schiavonea, ed è una grande struttura, dedicata soprattutto all'attività commerciale e peschereccia e diportistica, con approdi di circa 60 accosti annui di unità commerciali trasportanti merce alla rinfusa.

Banner

Infatti, il sorgitore sipontino, ai sensi dell’articolo 3 del decreto n. 18884 del 09 luglio 1996 dell’allora Ministero dei Trasporti e della Navigazione è classificato come PORTO DI RILEVANZA ECONOMICA REGIONALE ED INTERREGIONALE INSERITO NELLA CATEGORIA II, CLASSE III REGIONE CALABRIA.

 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner